Venerdì 15 dicembre passate una “Serata fra le stelle”

Il dottor Walter Riva, direttore dell’Osservatorio Astronomico del Righi, ci parlerà di meteore, meteoriti e onde gravitazionali. Una serata di divulgazione interessantissima adatta a qualunque tipo di pubblico.

Appuntamento alle 20,45 nel salone del Circolo Ricreativo Cattolico presso la Chiesa Nuova.

Annunci

Non era meglio Rossa, l’Allerta?

Un albero caduto davanti a Villa Serra, il trenino fermo per almeno due giorni, la corrente che manca in numerose frazioni. Mai vista un allerta arancione più rossa di questa.

L’albero che è caduto davanti a Villa Serra, proprio davanti alla biglietteria, non ha procurato danni a persone ma solo lievi danni a cose; una vera fortuna. Ora, mentre scriviamo questo articolo, la strada, che precedentemente era interrotta dal grosso tronco, è stata aperta a senso unico alternato: se proprio dovete avventurarvi da quelle parti prestate la massima attenzione.

Durante la notte verranno attivati a cura di Enel gruppi elettrogeni per assicurare l’erogazione dell’energia elettrica nelle frazioni di di Assalino, Beleno, Sant’Olcese Chiesa e Trepexi. Le frazioni sono rimaste al buio a causa di un guasto dovuto naturalmente al maltempo.

Al momento non sussistono cause ostative all’apertura delle scuole sul territorio comunale nella giornata di domani.

Cercate di uscire il meno possibile e Preestate attenzione agli avvisi; questa strana allerta arancione terminerà domani 12 dicembre alle 9,00.

Domani scuole chiuse a Sant’Olcese

ATTENZIONE!!! DOMANI A SANT’OLCESE SCUOLE CHIUSE!

Sant'Olcese Inform@


L’incertezza delle previsioni, con possibili innalzamenti del livello di allerta a scuole aperte, e le gelate notturne che coinvolgeranno le frazioni alte riducendo la mobilità della popolazione e dei mezzi comunali e di soccorso, hanno portato il Comune alla decisione di chiudere le scuole di ogni ordine e grado, oltre a cimiteri, giardini pubblici e impianti sportivi, nella giornata di domani 11 dicembre. A breve sarà emanata l’apposita ordinanza sindacale.

View original post

Arrivederci, dottore.

Dopo settant’anni alla guida di quella che è stata per molto tempo l’unica farmacia del nostro Comune, il dottor Rino Ligabue ci ha lasciato.

Alle soglie dei cent’anni, era un’istituzione per tutti noi, e l’immagine che conserveremo della sua figura sarà proprio quella classica: quella di lui dietro al banco della sua farmacia, sempre pronto a darci consigli per curare i nostri acciacchi, passando con disinvoltura dalle citazioni colte alle battute ironiche, dai complimenti alle signore alle dissertazioni sull’attualità… Sempre distinto, attento, gentile, con quell’aplomb da signore d’altri tempi. Ha collaborato con i medici di base che hanno seguito intere generazioni, dal Dottor Cardinali a Mara, dal dottor Picco, a Lavagnino, Guido, Masserano e tutti quelli che prima di loro hanno prestato servizio sul nostro territorio. Ha seguito a distanza le vicissitudini sanitarie di tutti noi con la sua competenza e la sua discrezione.

Fin dal 1947, quando è arrivato dall’amata Reggio Emilia con la sua motocicletta, è stato una presenza autorevole al nostro fianco. Per questo lo salutiamo con affetto e gli diciamo :

– Arrivederci, Dottore! –

A Manesseno qualcuno sa fare il Pane

Finalmente un Fornaio che produce un Pane degno di questo nome. A Manesseno l’ex panificio Atria, in via Poirè 40 – 42 è stato rilevato da Patrizia Tesone, un’imprenditrice che non conoscevo. Approfittando del fatto che il panificio era aperto per la festa dei mercatini di Natale, oggi sono entrato a prendere della focaccia. Alla destra del bancone ho visto un cartello che recitava : “Pane di farina tipo 2 macinata a pietra e lievito madre”. Ho deciso di provarlo. Questo è il vero pane, non quello fatto con la farina 00 che contiene pochissimi nutrienti ed aumenta pericolosamente il ciclo dell’insulina. La farina di tipo due è una farina che conserva intatto il suo potere nutritivo contenendo anche il germe di grano.

Non contenendo sbiancanti, questa farina ha il colore del frumento e di conseguenza il pane è più scuro. Per chi lo conosce possiamo dire che è simile al pane di Lariano, un’eccellenza laziale, ma molto più soffice. Le pagnotte sono leggerissime, segno che la lievitazione è stata lunga e la cottura è avvenuta a giusta temperatura.

Patrizia mi ha spiegato che produce questo pane solo il sabato e la domenica, vorrà dire che ne faremo scorta.

Claudio Di Tursi

Per approfondimenti:

https://lapelledellorso.wordpress.com/2016/04/07/la-battaglia-del-pane/