“Bnario” il bar a cui manca solo la “i”

Sono sinceri gli occhi di Selena quando ci racconta il suo sogno. Belli e sinceri. Un sogno che si sta realizzando e che come tante avventure inizia con un treno, il treno particolarissimo della Ferrovia Genova Casella. Un treno che del sogno di Selena è parte integrante.

Selena si è rimboccata le maniche: alla stazione di Campi ha completamente ristrutturato il vecchio Bar e sistemato l’area tutt’intorno creando un’oasi di serenità.

La mattina è bellissimo e molto pratico posteggiare la macchina, sedersi un attimo a fare colazione con cappuccino e focaccia o, se non avete il coraggio, con brioche di pasticceria, per poi prendere il trenino che ci porterà nella caotica Genova. Com’è bellissimo ritornare dal lavoro e fermarsi da Selena e concedersi un aperitivo in mezzo al verde.

Fermarsi al Bnario, così Selena ha chiamato il suo Bar, è come fare un salto indietro nel tempo a quando i ritmi erano scanditi dal passare dei treni; quando avere degli amici significava aiutarsi, e bere un bicchiere insieme: altro che mettere un like.

I macchinisti si fanno portare un caffè al volo; i bambini, gelato alla mano, si perdono ad osservare le splendide livree dei convogli mentre le madri, sorseggiando drink e caffè, se la raccontano sottovoce esplodendo ogni tanto in fragorose risate.

Selena si sta ancora organizzando, ora il Bar è aperto fino alle 19, ma tra poco il Bnario aprirà anche di sera.

Intorno a questo spazio, ne siamo sicuri, fioriranno molte iniziative e noi cercheremo di raccontarvele tutte.

Claudio Di Tursi

Giù le mani da Villa Serra

Le cose che dice lo storico presidente del consorzio VILLA SERRA sono tutte vere, gli introiti prodotti dal complesso andranno ai privati, i soliti amici degli amici. I comuni che costituiscono il Consorzio, GENOVA, SERRA RICCÒ e SANT’OLCESE dovranno pagare le spese per la manutenzione straordinaria.

Villa Serra è stata ristrutturata con i fondi delle Colombiadi, 15 milioni di denaro pubblico; i comuni dovranno pagare ogni 160.000 euro ogni anno e tutti i mezzi attualmente in gestione al consorzio dovranno passare ai privati.

I posti di lavoro, inutile dirlo, sono a rischio. Il Comitato Indipendente per Sant’Olcese è contrario alla privatizzazione.

Diffondete questa notizia con ogni mezzo.

Solidarietà ai lavoratori. No alla privatizzazione, no al furto di denaro pubblico.

Rimanete sintonizzati.

Covid-19: una notizia riservata riguarda il nostro Comune

Un documento trafugato dal laboratorio di ricerca biologica Schumann e Router in Alsazia riporta un elenco dettagliato delle varianti al virus Sars-Cov-2. L’elenco, che prende il nome di “SARS-COV-2 detaillierte Liste Virusmutationen”, identifica 13735 varianti fino al livello tre, quelle, cioè, in cui gli scostamenti dalle varianti principali, Original Wuhan, Inglese e Brasiliana, riguardano solo tre codoni del DNA.

Si tratta di varianti minori, coperte – è bene dirlo subito – dai vaccini attualmente in fase di somministrazione in tutta Europa e quindi anche in Italia.

La lista è stata formata attraverso il recupero dei tamponi positivi raccolti nel vecchio continente e poi suddivisi con precisione In base alle coordinate geografiche del punto di somministrazione del test.

Nella lista appaiono otto territori italiani corrispondenti alle posizioni della lista numero 8478, 11342, 7565, 7222, 6578, 5498, 3765, 4376 e ad altrettanti comuni. Si tratta di Barcellona Pozzo di Gotto, Follonica, Amantea, Rimini, Forte dei Marmi, Molveno, Maglie e – qui sta la notizia – Sant’Olcese.

L’elenco per ogni variante stabilisce, tra l’altro, i sintomi di scostamento dallo standard e gli alimenti che, se consumati in quantità, aiutano a combattere l’insorgenza della malattia.

Per la variante Sant’Olcese i sintomi di scostamento sono Ungeduld, Ärger e Feindseligkeit; vale a dire insofferenza, fastidio ed animosità. Per contrastare l’insorgenza della malattia il sito consiglia di consumare Wurstwaren, Frischkäse e Wein: salumi, formaggi freschi e vino.

Forse è proprio per il fatto che la lista dei cibi suggeriti si avvicina alla dieta del santolcesino medio che i casi di positività sono ridotti.

Calendario laboratori per bambini e ragazzi dal 8 al 12 marzo 2021 (Progetto CEET)

Per chi ha bambini, specialmente in questo momento, avere la possibilità di vederli impegnati in percorsi di crescita che li stacchino dalla monotonia di questi giorni è molto importante. I laboratori ed i percorsi Liberalamente da sempre hanno questa funzione.

LiberaLaMente

Calendario laboratori per bambini e ragazzi dal 8 al 12 marzo 2021 (Progetto CEET)

LUNEDI’ 8 marzo 2021 h 18.00

Laboratorio didattico/creativo dedicato all’8 marzo. Quando è nata questa festa e perché? Perché è importante celebrarla? Lo scopriremo raccontando, giocando e dando spazio alla creatività.

MERCOLEDI’ 10 marzo 2021 h 18.00

Alla scoperta dei mestieri: i nostri ragazzi durante questo incontro avranno l’opportunità di conoscere il mestiere dell’illustratore. Dopo il successo del primo incontro dedicato al restauro (https://liberalamentegenova.wordpress.com/2021/02/28/alla-scoperta-dei-mestieri-ai-laboratori-pomeridiani-di-liberalamente-aps-primo-incontro-con-flavio-brunetti-restauratore-di-opere-darte-ed-illustratore/), Flavio Brunetti, restauratore di opere d’arte ed illustratore, si collegarà direttamente dal suo studio per far scoprire i segreti del suo lavoro e per proporre ai bimbi un laboratorio creativo dal titolo “Arte e Colori”.

VENERDI’ 12 marzo 2021 h 18.00

Laboratorio creativo “Dentro la fotografia”. Mostreremo ai ragazzi una foto famosa e gli chiederemo “di entrarci dentro”!!!

Agli iscritti alle attività pomeridiane del progetto CEET (https://liberalamentegenova.wordpress.com/2020/11/13/liberalamente-aps-non-si-ferma-e-continua-ad-essere-un-riferimento-per-il-territorio-in-questo-difficile-momento/) manderemo…

View original post 30 altre parole

ATTENZIONE: PREVISTE ABBONDANTI NEVICATE

A partire dalla notte tra il 31 dicembre ed il primo gennaio 2021 il nostro territorio verrà interessato da abbondati precipitazioni nevose.

È probabile che i fenomeni si ripetano in più occasioni fino al 6 gennaio e oltre.

Da più fonti l’evento viene classificato come di portata eccezionale.

Prestate attenzione.

Prestare attenzione: ladri in azione!

A quanto pare il nostro paese è preso nuovamente di mira dalle attenzioni dei soliti topi d’appartamento. Le zone interessate sono quelle alte, l’ultimo furto ieri a Piccarello sulla strada per Torrazza.

Chi vedesse movimenti sospetti non esiti a mettersi in contatto con le forze dell’ordine telefonando al 112. Importante prendere nota di targhe, circostanze ed orari e osservare la fisionomia dei sospetti.

Non prendere iniziative azzardate, ma comunicare con le forze dell’ordine.

Massimiliano Tovo entra nel C.d.A. del Consorzio Villa Serra

Massimiliano Tovo gode da sempre della nostra stima.

Sant'Olcese Inform@

Massimiliano Tovo

In un periodo particolare per tutti e anche per Villa Serra, il Comune di Sant’Olcese si affida ad un persona competente e preparata che non ha mai lasciato la nostra squadra: l’ex Assessore Massimiliano Tovo entra infatti ufficialmente a far parte del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Villa Serra, sostituendo Angelo Giulio Torti, che ringraziamo con affetto per il grande impegno ed il lavoro svolto.

Ecco le parole di Massimiliano: “Ringrazio il Sindaco e la Giunta per avermi onorato con questa nomina, sono contento di poter rappresentare l’identità e la cultura di un territorio che è profondamente legato al Parco di Villa Serra. Mi impegnerò al fine di non deludere la fiducia accordatami“.

Buon lavoro!

View original post

LiberaLaMente APS non si ferma e continua ad essere un riferimento per il territorio in questo difficile momento.

Le associazioni sono un punto di riferimento per il territorio. Liberalamente è una tra le più attive.

LiberaLaMente

Cari Soci e amici di LiberaLaMente APS,

nonostante la difficilissima situazioni che stiamo vivendo ormai da mesi, peggiorata terribilmente nelle ultime settimane, noi continuiamo ad esserci e a starvi vicino!

Vogliamo continuare ad essere un riferimento per il territorio anche se in modalità telematica. Grazie a tutte le famiglie e alle tante persone che hanno deciso di aderire ai nostri progetti e che quotidianamente si collegano con noi rendendo questo momento meno brutto.

Di seguito le nostre proposte per il mese di novembre e dicembre (il programma potrà variare in base all’evolversi dell’emergenza COVID-19).

BAMBINI e RAGAZZI

Aiuto Compiti (6-13 anni, su richiesta anche per alcune materie per i ragazzi delle superiori) su prenotazione;

Nell’ambito del Progetto CEET proponiamo gratuitamente ai nostri Soci (6-13 anni):

Libera la Fantasia e il Movimento – Progetto CEET

Una serie di incontri, tutti i lunedì e venerdì pomeriggio, utilizzando la piattaforma di…

View original post 409 altre parole

Villa Serra e la sconfitta della privatizzazione

di Chiara Ferraris*

Lo confesso.
Ho sempre sognato di essere lì, affacciata a quel balcone, a rimirar le fronde degli alberi accarezzate dal vento, chiudere gli occhi un secondo, annusare l’aria che sa di erba appena tagliata e pollini per poi tornare alla scrivania, intingere il pennino nel calamaio e proseguire nella stesura del mio romanzo, mentre dal piano di sotto riecheggia la pendola che mi indica che l’ora del tè si avvicina.
Da tredici anni, ogni volta che sono entrata in Villa Serra e ho visto la palazzina Tudor ho pensato a questa scena. E ho passeggiato per i viali, pensando di avere sotto i piedi un’occasione unica. Ci ho cresciuti due figli, tra quella ghiaia. Abbiamo dato da mangiare alle oche, giocato a pallone anche se non si può, siamo stati ore e ore nell’area giochi.
E poi concerti, cinema all’aperto, mercatini, manifestazioni, due passi con un’amica, ginnastica, la pentolaccia a carnevale. Villa Serra c’è, c’è sempre, nelle nostre vite .
Come tutti i rapporti che durano da anni è pieno di incomprensioni. Avremmo voluto vederci una biblioteca, lì dentro, o un bel fondo per l’area giochi invece che quella sabbia maledetta che s’impasta nel calzini e che ti ritrovi in casa per settimane, vagamente odorante di gatto.
Abbiamo avuto anche momenti brutti. Abbiamo perso una cara compaesana, li dentro.
Ma Villa Serra fa parte di tutti noi, fa parte delle nostre vite, è nei nostri ricordi, di qualunque colore si tingano, e sappiamo che c’è. Abbiamo chiesto che si mettesse a disposizione delle scuole per affrontare il nuovo anno scolastico e, senza evitare i soliti tira e molla che ormai ci contraddistinguono, alla fine si è schierata dalla parte dei bambini.
Fa parte di questa comunità, perché è parte di questa comunità.
Continuerà a essere cosi, se dovesse passare in mani private?
Ecco, cosa dobbiamo chiederci sulla questione Villa Serra. Ecco, cosa dobbiamo difendere.

*Chiara Ferraris, Scrittrice. Ma anche insegnante, madre, moglie, gattara…

Mensa scuole a Sant’Olcese: porzioni minime e niente bis!

A quanto pare il pasto veicolato, causa COVID-19, ai ragazzi delle nostre scuole, oltre a non essere un’esperienza organolettica alla Masterchef è anche scarso, molto scarso in quantità, e, per motivi di igiene, non è possibile chiedere il bis.

L’importo della retta, invece, è rimasto inalterato.

Il mondo è sempre più dei furbi e sempre meno dei bambini.