Al mercatino di Campi allegria … e una richiesta

Siamo molto contenti di avere visto il Sindaco al Mercatino Pissla. Un segno di attenzione verso i nostri concittadini più piccoli che non passa inosservato. Sarebbe bello se sorgessero altri mercatini ovunque nel territorio. Noi de “lapelledellorso” crediamo che l’esempio di questi ragazzi e delle loro pazienti mamma vada seguito. Più mercatini, meno social, meno cellulari.

Sant'Olcese Inform@

Prosegue la gioiosa attività del mercatino Pissla a Campi. Il Sindaco, in visita, ha raccolto la richiesta di un nuovo cartello della serie “I bambini giocano ancora per strada”. Altri 9 cartelli sono stati ordinati e, senz’altro, si partirà proprio da qui per accontentare questi ragazzi.

View original post

Ferrovia Genova Casella: manca la comunicazione agli utenti

Oggi, nuovamente, le corse del trenino di Casella si svolgono con l’autobus sostitutivo. Un disagio enorme, acuito dai problemi del traffico che tutti conosciamo.

Sul sito ufficiale della ferrovia, nella pagina relativa agli avvisi, non c’è scritto nulla. Non c’è scritto dell’autobus sostitutivo, non c’è scritto perché il treno non effettua servizio né quando il servizio regolare ricomincerà. Gli utenti sono, come al solito, tenuti in nessunissima considerazione.

Lettera aperta da un Entroterra ferito

Dalla regione hanno risposto a questa lettera classificandola come boutade elettorale ed attaccando il nostro Sindaco.
Armando Sanna non fa campagna elettorale, lavora. È presente. Sempre.
Quella notte, in particolare, come durante ogni alluvione era sotto l’acqua a gestire l’emergenza.
Sarebbe bello se TUTTI, in questo momento, fossimo vicini al nostro Sindaco pubblicando sulla nostra bacheca Facebook una foto ed un messaggio di vicinanza. #IoStoConArmando

Sant'Olcese Inform@

Spett.le Regione Liguria

Alla c.a.
Giovanni Toti
Presidente della Giunta Regionale

Giacomo Raul Giampedrone
Assessore alle Infrastrutture, Ambiente e Difesa del suolo

E p.c.
Consiglieri Regionali

Questa inedita alluvione di giugno, oltre allo sconforto di una inaspettata notte passata sotto il diluvio dove Sindaco, amministratori, volontari, affondavano i piedi nel fango cercando di capire cosa stesse succedendo, ci ha lasciato una pesante eredità in termini di danni economici.

Dalle prime stime, serviranno infatti circa 100mila euro per riparare le nostre strade comunali dopo questo evento. Cifra che si va tristemente a sommare a quelle, certificate e mai incassate, degli eventi alluvionali di ottobre e novembre 2019: 50mila euro circa di lavori già eseguiti in somma urgenza, inseriti dalla Protezione civile regionale in un riparto fondi che giace da mesi a Roma, più altri 170mila euro circa di lavori urgenti, debitamente riportati nelle schede che da quasi un anno sono state…

View original post 349 altre parole

COVID-19: Villa Serra ceda i suoi locali per fare scuola.

Fra meno di tre mesi riapriranno le scuole. A Manesseno le aule della Matteotti, la scuola elementare, sono poche e piccole, mentre definire aule le stanze da appartamento della Ada Negri è un eufemismo. Il Coronavirus ci ha insegnato quanto sia importante il distanziamento sociale. Villa Serra è vicina ai due plessi e dispone di molti locali che potrebbero essere adibiti ad aula scolastica, tenere lì alcune lezioni sarebbe una soluzione pratica e contribuirebbe al raggiungimento dell’obiettivo di svolgere lezioni in presenza in sicurezza.

Una scelta, insomma, obbligata dal buon senso.

Claudio Di Tursi

A Campi il mercatino Pissla

Una serie stupenda di manufatti prodotti da otto piccoli teppisti sotto la supervisione di due pazienti mamme che gestiscono il business e l’esuberanza dei ragazzi.

Risate garantite ed oggetti davvero simpatici.

Non vedere uno smartphone tra le loro mani è stato commovente.

Il ricavato in beneficenza e gelati con percentuali da determinarsi.

Accorrete a comprare a Campi, Frazione di Casanova in quel di Sant’Olcese. Proprio sotto la fermata del Trenino di Casella.

Il mercatino è aperto dalle 16,00 alle 19,00 da oggi fino alla fine della settimana.

6.826,34 euro

Di Matteo Boero*

6.826,34 euro
Sono i fondi che regione Liguria ha destinato nello specifico al Nostro comune per la difesa del suolo. Per pulire i fiumi.
Dopo questa notte, appena passata sotto un diluvio, dove un Sindaco, amministratori, volontari, affondavano i piedi nel fango cercando di capire cosa stesse succedendo, posso dire di essere incazzato.
Sì, sono incazzato.
Sono incazzato perché la Liguria non è solo un tappeto rosso, una spiaggia o la riviera.
C’è un entroterra che muore. C’è un cuore pulsante, che si sta sgretolando sotto proclami e lucine.
Non si può sempre pensare che i comuni dell’entroterra si debbano arrangiare.
Siamo stufi!
Ci siamo sempre sporcati le mani, di notte, di giorno, a qualsiasi ora.
E continueremo a farlo.
Ma chi deve prendersi delle responsabilità lo faccia.
Che il Nostro caro governatore si cali nella realtà, tralasciando una volta tanto le dirette Facebook o le lucine elettorali.

6.826,43 euro

E i nostri piedi nel fango.

*Matteo Boero, oltre a spalare fango durante le emergenze, è Assessore del Comune di Sant’Olcese con deleghe alla Pubblica istruzione, Formazione, Politiche Ambientali, Polizia Locale, Associazioni.

La Ferrovia Genova-Casella torna alla normalità

Finalmente.

Sant'Olcese Inform@

La buona notizia annunciata al Comune alcuni giorni fa ora è finalmente ufficiale. A partire da domani, mercoledì 3 giugno, la Ferrovia Genova Casella avrà un nuovo orario di servizio. Verranno ripristinate nei giorni feriali le 18 corse che venivano effettuate prima dell’emergenza sanitaria. Al sabato e nei festivi saranno 15 le corse a disposizione di viaggiatori e turisti. A seguire il dettaglio delle nuove corse.

Nei giorni feriali le partenze saranno:

da Casella alle ore 6.20, 7.27, 8.52, 10.38, 13.15, 14.52, 16.38, 18.08, 19.19;
da Genova alle ore 7.35, 9.00, 10.30, 12.08, 13.23, 14.24, 16.46, 18.00, 19.35.

Al sabato e nei festivi le partenze saranno:

da Casella alle ore 7.35, 10.28, 13.16, 14.58, 16.15, 17.50, 19.10;
da Genova alle ore 9.00, 10.20, 11.50, 13.10 (solo nei festivi), 14.53, 16.26, 17.45, 19.05.

Si raccomanda sempre il rispetto delle misure di prevenzione specificate dall’azienda.

View original post

Il Trenino di Casella deve essere connotato come servizio pubblico. Basta disservizi a danno dei lavoratori.

Ricordiamo i giorni della riapertura, con il Presidente Toti che il giorno dell’inaugurazione si è fatto il giro di tutte le stazioni incassando -giustamente- l’apprezzamento da parte dei cittadini delle tre valli servite dal trenino.

Erano giorni di maggio del 2016, il traguardo di tante battaglie.

Ora a rallentare il trenino ci si è messo il COVID-19. Corse eliminate, corse saltate per lavori, corse diradate. Molto diradate.

Nei giorni dell’emergenza era logico aspettarselo. Ed era logico aspettarsi che si cogliesse l’occasione per realizzare tutti, ma proprio tutti, i lavori di manutenzione sulla linea per permettere la ripresa del servizio quando la fase di emergenza fosse terminata.

Invece questo non è successo. Le corse, nonostante quasi tutti gli uffici e gli esercizi commerciali a Genova siano riaperti, sono rimaste ridotte. Peggio, nonostante il lungo periodo di attività parziale, oggi 28 maggio 2020, il servizio sarà interamente svolto dall’autobus sostitutivo. Con la città devastata dalle chiusure autostradali e dai lavori sul ponte Morandi. Sarà un delirio.

Una dimostrazione del fatto che del Trenino di Casella non frega nulla a nessuno, che non si vede l’ora di relegarlo a semplice attrazione turistica in modo da andare a massimizzare i guadagni senza doverli utilizzare per ripianare le perdite che caratterizzano i servizi di trasporto pubblico erogati nelle zone di periferia.

Claudio Di Tursi

Ode alle sagre di Paese

di Chiara Ferraris*

Qualcuno dice che sono provinciale.
Ed è vero. Amo da morire tutti i piccoli appuntamenti che segnano il tempo del mio paese. E a Sant’Olcese, per fortuna, di momenti così ce ne sono tanti.
Oggi sarebbe stato il giorno di Ciaè. Abbiamo appena mancato la festa della mostardella della croce di Vico e le fave e salame dell’Acli di Santo.
E questa nuova, strana stagione che ci aspetta la ricorderemo come la stagione degli appuntamenti mancati. La vivremo con nostalgia, senza l’attesa delle feste che ci appartengono, la certezza di vedere certe persone, assaggiare quei piatti che tornano solo una volta all’anno.
Spesso, negli anni passati, scherzavo sul calendario così fitto di eventi del nostro comune. Dicevo che siamo il paese con più sagre al mondo, roba da guinness dei primati, e mai come oggi so che questo ci renderà difficili i mesi a venire: il silenzio prenderà il posto delle fisarmoniche nelle sere d’estate, i tavoli saranno deserti, come le panche che, invece, vorrebbero ospitare più persone di quante se ne possa contare.
Ne saremo tristi. E consapevoli che quando si potrà, ognuna di queste feste avrà un valore aggiunto, quello di una comunità che ha voglia di stare bene insieme. Anche solo per una semplice sagra. Una sagra davvero provinciale.

*Chiara Ferraris, madre, moglie, insegnante e scrittrice di fama.
Il suo ultimo romanzo,
l’Impromissa, racconta una storia ambientata in un paese dell’entroterra ligure durante la seconda guerra mondiale che, una volta portata alla luce, avrà profonde ripercussioni. Le vicissitudini di una famiglia dove amore e dolore scorrono sottotraccia, in profondità, come certi nostri torrenti.  E come questi, quando esplodono sono devastanti.

Buoni spesa alimentari: conclusa la prima erogazione, si accettano ulteriori richieste

Sant'Olcese Inform@

Si è conclusa la prima fase dell’erogazione dei buoni spesa per l’acquisto sul territorio dei beni di prima necessità per questo periodo di emergenza derivante dall’epidemia COVID-19.

Rimangono ancora dei fondi disponibili. CHI NON AVESSE ANCORA AVUTO MODO DI PRESENTARE LA DOMANDA NEI TEMPI STABILITI dall’avviso pubblico, può ancora farlo. Le ulteriori domande saranno valutate in base all’ordine cronologico di arrivo e fino ad esaurimento fondi.

INFORMAZIONI

Per ogni ulteriore informazione, gli interessati potranno contattare l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Sant’Olcese dal lunedì al venerdì esclusivamente dalle ore 9,00 alle ore 12,00 al numero 0107267116 o tramite mail all’indirizzo settore.sociale@comune.santolcese.ge.it

Clicca per scaricare l’avviso pubblico di dettaglio, l’informativa privacy ed il modulo di richiesta del buono spesa, che potrà essere ritirato in Comune previo accordo con il Settore sociale.

Scarica anche l’elenco degli esercizi commerciali aderenti, cliccando qui.

View original post