Ti informano senza farti sapere

20130131-135005.jpg

Gente, Oggi, Novella 2000 o 3000, giornali con parecchie cose in comune: li trovi in ogni sala d’aspetto, si fanno i fatti degli altri e quando pubblicano la foto di qualcuno, specie se è una donna, mettono nella didascalia l’età, un dato che non interessa a nessuno. Sarebbe meglio, quando si tratta di personaggi con un incarico pubblico, scrivere quanto guadagnano, visto che, sicuramente, chi tiene in mano il giornale con le sue tasse paga un pezzetto del loro stipendio.
Giornali scandalistici, si dirà, ma rappresentano bene lo stato in cui versa l’informazione nel nostro paese.
Oggi c’è stata la cerimonia di avvicendamento dei vertici dell’esercito. Al Generale di Corpo d’Armata Biagio Abrate, Capo di Stato Maggiore della Difesa uscente, subentra l’Ammiraglio di Squadra Luigi Binelli Mantelli a sua volta sostituito dall’ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi, nuovo Capo di Stato Maggiore della Marina Militare.
La cerimonia è stata trasmessa in diretta dalla TV di Stato – per la quale paghiamo un canone salato che scade oggi- sul canale Rainews. Molte le personalità di spicco intervenute. Lo speaker, per ognuna, ha letto la sfilza degli incarichi di prestigio ricoperti, ma per nessuna ha accennato allo stipendio lordo annuale, un dato a cui i cittadini dovrebbero avere accesso con facilità. Oggi lo standard della TV digitale ci permetterebbe, per ognuna delle cose che vediamo sulla televisione pubblica, di sapere quanto sono costate premendo semplicemente un pulsante di quelli colorati sul telecomando o il tasto “i”, che già adesso ci dà informazioni sulla programmazione.
Fra qualche giorno ci sarà il festival di Sanremo, l’evento in cui la RAI investe di più in assoluto. Ve lo immaginate come sarebbe bello schiacciare un pulsante ed accedere ad una scheda con scritto:

il festival di Sanremo costa x euro a puntata;
Fabio Fazio percepirà x euro a puntata;
Il cantante tale y euro ad apparizione;
Gli introiti per la pubblicità saranno di tot. euro;
ecc., ecc.

Scopriremmo così che, come ci spiega Sergio Rizzo, giornalista di rara professionalità, per le due edizioni precedenti si è avuto un passivo totale di 17 milioni 424mila euro. Soldi che abbiamo pagato noi di tasca nostra, con le nostre tasse.

Insomma, sono dati che abbiamo il diritto di conoscere, sono i nostri soldi.
Ma purtroppo, mentre abbiamo un livello di tassazione al secondo posto tra i più alti fra i paesi europei, abbiamo un informazione che “Reporter senza Frontiere”, nella sua “Classifica della libertà di stampa 2013“, stima essere al 57simo posto: dopo Ungheria e Moldavia.

Claudio Di Tursi

Avvistamenti di persone sospette e di strani movimenti in paese: continuiamo ad informarvi.

20130130-210522.jpg

Meglio mettervi a conoscenza delle segnalazioni che riceviamo, correndo il rischio di generare allarmismo, o censurarle, facendovi stare più tranquilli ma disinformati su situazioni di potenziale pericolo per la vostra incolumità?
Informare sempre e comunque è un po’ il nostro credo, così abbiamo scelto la prima alternativa. Ma voi non lasciatevi impressionare: magari le cose che osserviamo in questi giorni sono successe anche in passato ma le informazioni non circolavano con la velocità e la capillarità che oggi internet mette a nostra disposizione.
Innanzitutto facciamo nostro il consiglio che dà Enrico Trucco su santolceseinform@: in caso di situazioni in grado di destare sospetto avvertite immediatamente le forze dell’ordine chiamando il 112 o il 113.

Veniamo alle segnalazioni:

Manesseno

Ieri abbiamo ricevuto questa segnalazione da Roberto:

A riguardo dei furti, i presunti ladri che corrispondono alla descrizione gia indicata, si aggirano a piedi tra le 16,0 e le 19,0 e sono appoggiate da una macchina tipo rover 75 di colore scuro, di cui possediamo il numero di targa, se qualcuno li ha visti in faccia possiamo riconoscerli.

Vicomorasso

Da Beatrice ci giunge questa importante segnalazione:

Volevo segnalare che i furti non sono stati solo a Manesseno, ma anche a Vicomorasso il giorno 22/01/13 in pieno giorno!

Sant’Olcese Chiesa

Giuseppe ci informa che…

Segnalo un’auto sospetta che si aggira alla sera a S.Olcese Chiesa con due persone a bordo. L’auto, di grossa cilindrata, è di colore scuro ed è targata AM … (omissis)

Passate parola, allertate gli anziani, condividete su Facebook ed inviateci le vostre segnalazioni con il modulo di contatto (clicca qui): l’arma migliore per difendersi è la conoscenza.

Claudio Di Tursi

Vuoi un posto al seggio? Devi contattare il Partito (Aggiunti nuovi contributi)

20130130-114948.jpg

Facciamo nostra questa opinione di Paola Puglisi*. I partiti sulla scelta degli scrutatori non dovrebbero assolutamente mettere lingua!

Quando ero ancora una lavoratrice precaria (ahimè ormai più di 24 anni fa), ho lavorato nel seggio elettorale di Manesseno, svolgendo mansione di segretaria. Una volta iniziato a lavorare, mi sembrò giusto lasciare il passo a chi aveva ancora un lavoro fisso o era studente e magari guadagnare qualche soldino gli faceva comodo. All’epoca era stato sufficiente per me fare una semplice richiesta in Comune per essere assunta nei seggi.
Quando i miei figli maggiori hanno compiuto i 18 anni, hanno dato la loro disponibilità, ma è stato detto loro che, oramai, le persone venivano scelte dai partiti e dalle forze politiche, che bisognava mettersi in contatto con loro…
A me non sembra giusto, le elezioni dovrebbero essere amministrate dal Comune non da fazioni di parte….
E’ il mio modesto parere…
Per la cronaca, non conoscendo direttamente nessuno, i miei figli hanno rinunciato.

*Paola Puglisi, insegnante, è una nostra lettrice

A Paola Puglisi rispondono Michela Agostini e Maria Grazia Lanzavecchia sviscerando ancor più l’argomento con la stessa chiarezza e competenza. Grazie a tutte e tre.

Michela Agosini

È vero, anche a me è stato detto che la pratica per diventare scrutatori è essere “sponsorizzati” da almeno un consigliere comunale.
Precedentemente, negli anni 90-2000, si procedeva al sorteggio: ci si iscriveva ad un “albo comunale scrutatori” , avendo i requisiti, e da lì gli scrutatori necessari venivano sorteggiati.
Una volta che avevi lavorato a una consultazione elettetorarle, venivi escluso dal novero, fino ad aver esaurito la lista, così prima o poi, lavoravano tutti.
Non dico sia il sistema migliore, ma comunque dava garanzie di trasparenza ed equità.

Permettetemi poi un commento ad un altro intervento:
io starei attenta a giudicare le persone con un lavoro fisso che, comunque si propongono per fare gli scrutatori: non è semplice fare i conti in tasca alle persone, magari con famiglia da mantenere e gli stipendi bloccati dal 2000. Inoltre pensiamo alla professionalità; fare lo scrutatore non è un lavoro proprio banale, e va tutto bene finché non ci sono casini o contestazioni. In questi casi, se la cavano meglio persone d’esperienza,magari necessariamente “di una certa età” affiancate , magari, da ragazzi giovani di buona volontà che pero’ hanno da imparare.

Maria Grazia Lanzavecchia

Hai ragione Michela, l’esperienza in certe situazioni è importantissima, ma noi ci permettiamo il “lusso” di scegliere tra i giovani proprio perché già i nostri amministratori spesso propongono come scrutatori persone adulte…
Hai anche perfettamente ragione sul fatto che non si possono fare i conti in tasca alla gente… Vero, sacrosanto! Però, a volte, quando ci sono di mezzo i giovani, non è solo questione di soldi. Spesso si trovano in una situazione bloccata, magari con un diploma in tasca e senza altra prospettiva per il futuro che non sia quella del precariato ad oltranza…E questo quando sono fortunati ed hanno qualche opportunità in più degli altri…
Nella situazione in cui siamo oggi, penso sia molto difficile essere giovani:
la nostra generazione e quelle precedenti hanno messo una seria ipoteca sul futuro di questi ragazzi, quindi, quando possiamo, cerchiamo di restituire loro almeno una parte di quello che abbiamo tolto con politiche miopi ed irresponsabili…

Truffatori in azione a Sant’Olcese: arrivano le prime conferme

20130129-191610.jpg

Purtroppo sulla questione delle truffe arrivano le prime conferme. Leggete cosa ci scrive Elena, una nostra attenta lettrice:

Posso confermare che una persona è stata truffata con la vendita del rilevatore per la perdita di gas.
La Signora, che abita nelle case popolari a Manesseno, in quel momento era sola in casa e, non avendo contanti, ha pagato con assegno.
Il malfattore è stato comunque denunciato dal figlio della signora ai carabinieri.

Passate parola, allertate gli anziani, condividete su Facebook ed inviateci le vostre segnalazioni con il modulo di contatto (clicca qui): l’arma migliore per difendersi dalle truffe è la conoscenza.

Claudio Di Tursi

Come diamine vengono scelti gli scrutatori per le elezioni? Scopritelo con Danilo Pestarino

20130129-144404.jpg

di Danilo Pestarino*
Personalmente mi sono sempre chiesto come funzioni la “chiamata al seggio”.
La domanda mi sorge spontanea in quanto pur essendo nell’elenco da più di 25 anni non sono mai stato scelto.
Stessa cosa dicasi per i presidenti di seggio dove sono “credente non praticante”.
Il funzionamento l’ho scoperto quando sono entrato (o per meglio dire prestato) in politica.
Gli scrutatori vengo personalmente chiamati.
Avremmo voluto essere assolutamente trasparenti e fare un sorteggio tra gli iscritti nelle liste, ma noi novizi della politica non sapevamo che non è possibile e che alle varie elezioni le persone devono essere nominate da una commissione ad hoc della quale facciamo parte (in minoranza) anche noi del Comitato.
Cercando di essere sempre trasparenti abbiamo collegialmente deciso di chiamare persone giovani, studenti o senza occupazione.
Al fine di creare un turn over, invitiamo pertanto tutti coloro che hanno detti requisiti a farci pervenire il loro consenso al fine di inserirli come scrutatori alle prossime consultazioni elettorali.
P.S. a scanso di equivoci noi del Comitato, pur essendo nell’elenco non ci nominiamo.

*Danilo Pestarino è Capogruppo del Comitato Indipendente per Sant’Olcese

Riceviamo e pubblichiamo questa precisazione del nostro consigliere Maria Grazia Lanzavecchia

Ritengo opportuno fare una precisazione: i candidati proposti da noi sono molto pochi: uno ogni tre suggeriti dall’Amministrazione in carica…
Quindi se nei seggi vedete persone adulte con lavoro, magari anche un buon lavoro che non avrebbero alcuna necessità di essere lì, sappiate che non sono stati indicati da noi…

ATTENZIONE: Segnalati (anche) TRUFFATORI a MANESSENO

20130128-214722.jpg

Ci riferisce Antonella Mosca di avere raccolto questa segnalazione da un suo
conoscente:

Ciao Antonella,
Ti segnalo che un “gentiluomo” vende rivelatori di Gas Metano alla modica cifra di 249/00 euro e se la malcapitata non ha con sé contanti è disposto a ricevere assegni che si compila personalmente.
Il soggetto esibisce un TESSERINO SIP !!!!

Fate attenzione, accompagnate, se potete, i più anziani a fare le loro commissioni.
Non esitate a chiamare le forze dell’ordine componendo il 112 od il 113.
Quando chiedete aiuto alle forze dell’ordine cercate di dire esattamente prima di ogni altra cosa DOVE VI TROVATE: è ancora più importante di dire quello che sta succedendo!!!

Aggiornamento furti appartamento:
Ci giungono conferme sull’identikit delle persone che compiono i furti nelle case di Manesseno: se anche voi le avete viste compilate il modulo di contatto

Fate girare è condividere su Facebook!

Prego Enrico Trucco di pubblicare questa notizia anche su santolceseinform@

Claudio Di Tursi

ATTENZIONE: Emergenza furti a Manesseno!

ladroSu invito di due mie vicine di casa, Nilde e Ornella che ho sentito questa mattina pubblico un avviso che conferma lo stato di estrema gravità della situazione economica attuale che vede aumentare tragicamente la malvivenza anche nelle nostro comune, un tempo isola felice che vedeva solo casi sporadici di furti in appartamento.

In questi giorni aladri Manesseno si compiono furti in appartamento indipendentemente che gli appartamenti siano abitati o meno.

Le zone prescelte per i furti sono state la fine di via Cervi e via Cassissa, in entrambi i casi i ladri sono stati scoperti e fortunatamente (si fa per dire) sono scappati senza far male a nessuno.

Quello che mi raccomandavano Nilde e Ornella è di cercare di pubblicizzare la notizia anche attraverso i canali ufficiali del Comune (cartello luminoso) in modo che i concittadini siano avvisati del fatto e allo stesso tempo far capire ai malviventi che i cittadini sono consapevoli della loro presenza.

Giorgio B.

P.S.

Giorgio mi ha consigliato di aggiungere qui la segnalazione pervenutaci su Facebook dal sempre attento ed attivo  Angelo Spano :

Ricevo questa segnalazione da un carissimo amico,  se ritenete fate girare, la stessa cosa è capitata al sottoscritto a Coronata:-
ATTENZIONE : Sono 2 giorni che in zona MANESSENO, SANT’OLCESE stanno avvenendo dei furti in pieno giorno, ieri sera ero a MANESSENO e, intorno alle 19 , ho visto tre ROM che giravano con aria sospetta, li ho seguiti due  sono andati dietro ad una abitazione e l’altro è rimasto a fare da palo,quando il palo si è accorto che lo stavo osservando con il cellulare ha avvisato gli altri due e sono sbucati fuori facendo finta di camminare lungo la strada. Ho avvistato i CARABINIERI e ho descritto questi tre  ROM. Comunque UNO DI LORO IL PALO ERA ROBUSTO E NON TANTO ALTO ED INDOSSAVA UN PIUMINO ROSSO, UN ALTRO ERA MAGRO ALTO E INDOSSAVA UN PIUMINO NERO CON UNA SPECIE DI ” V ” BIANCA, L’ALTRO ERA MAGRO ALTO E INDOSSAVA UN BERRETTINO DI LANA BIANCO E NERO, CHIUNQUE LI DOVESSE VEDERE CON ATTEGGIAMENTI SOSPETTI CHIAMI IMMEDIATAMENTE IL 112 O IL 113″

Grazi infine ad Enrico Trucco per aver dato visibilità a questa notizia anche su santolceseinform@