Apri gli occhi!

20140215-083429.jpgdi Sabrina Poggi*

Arriva un momento in cui è necessario aprire gli occhi e tirare le somme. I cittadini di Sant’Olcese hanno questi pochi mesi per capire quali sono le difficoltà del loro paese e quale sia la squadra che abbia le potenzialità per  esaltare le opportunità di una terra carica di storia e dignità.

Le diverse formazioni politiche stanno lavorando a programmi che via via gli elettori dovranno leggere, analizzare e capire fino in fondo. Il Comitato sta lavorando alacremente: scrivere un programma è un’attività entusiasmante, coinvolgente,  magari stancante,  ma sicuramente utile. A determinate condizioni, però. Tutti per natura ci aspettiamo risposte,  possibilmente che si accordino con  i nostri bisogni, ognuno il suo. Non è difficile scrivere ciò che le persone si aspettano, ma la complicazione si incontra quando è necessario, per linearità, coerenza, onestà intellettuale, dire la verità nuda e cruda: costituendosi il Comitato si è assunto anche questo impegno.  L’obiettivo di un’organizzazione di questo tipo è vincere per poi amministrare, ma non può essere “la nostra vittoria”  se è ottenuta convincendo le persone con sorrisi accattivanti, volti giovani, risposte giuste ed altre strategie di mercato.

Il Comitato ha intrapreso una lotta, che porterà avanti con tenacia e determinazione, contro i signorsì, contro l’atteggiamento clientelare, contro chi vuole vendere come nuovo un “usato sicuro”. Le persone che ormai sempre più frequentemente mi fermano lungo la via mi chiedono perché io abbia scelto di collaborare con il Comitato. Non sono stupita e non mi fa paura dire ciò che penso e ciò che sento. Viviamo in un piccolo paese, e i gruppi che si presenteranno sono fatti della mia gente, da  amici antichi e nuovi, addirittura da parenti; questo però non significa che le mie scelte debbano essere condizionate. Sono convinta che amministrare la cosa pubblica non sia affatto facile, ma nel contempo credo di avere qualcosa da dire sull’argomento. Non certamente da sola, dovevo trovare una squadra in cui integrarmi.

L’attitudine a scegliere la via più breve o più opportuna non l’ho mai avuta. Mi era chiaro che a Sant’Olcese fosse necessario un cambio della guardia, vero, radicale, sistemico. I tempi che cambiano, la legislazione sempre più difficoltosa, i problemi sempre più gravi, un paese che scivola a valle, strade compromesse, insicure, scuole fatiscenti: queste ed altre situazioni mi hanno convinta che l’attuale assetto dovesse essere rivisto.

Ho cominciato un lavoro serio di confronto con alcuni amici chiarendo sin dal principio che non mi sarei mai adattata ad un sistema precostituito, a lacciuoli politici, ad accordi predeterminati che, pur consentendo il raggiungimento dell’obiettivo in maniera più agevole, lo avrebbero snaturato. Volevo collaborare con un gruppo di impostazione tecnica, libero da endorsement senza perdere di vista il fatto che l’obiettivo, e proprio questo è il punto, lo si raggiunge solo governando e quindi vincendo le elezioni. La coerenza allora mi ha portato verso un altra strada, al tavolo degli “orsi” e sempre per coerenza mi trovo qui oggi a chiedere agli elettori di aprire gli occhi, di dare fiducia a chi si presenta come è davvero, a chi elabora domande e tenta di dare risposte, a chi si mette in gioco studiando, approfondendo, chiedendo ai cittadini cosa davvero non funzioni.

L’unico vero strumento che abbiamo per combattere un sistema che ormai tende ad involvere è il voto. Nella cabina elettorale ci giochiamo tutto: diritti, e doveri, e responsabilità nei confronti dei nostri concittadini. Chiedo a tutto l’elettorato di uscire dal comodo guscio dell’abitudine, di provare, con tutto il coraggio che costa, ad aprire gli occhi. Non abbassiamo lo sguardo, perderemmo di vista l’orizzonte del nostro futuro!!!

*Sabrina Poggi lavora per il CNR con funzioni amministrative. Santolcesina da sempre, fa parte del Coordinamento del Comitato Indipendente per Sant’Olcese.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Apri gli occhi!

  1. Brava Sabrina….solo la partecipazione attiva ed il coraggio “che costa” possono consentire al futuro di entrare in noi molto prima che esso accada. Sguardo dritto all’orizzonte dunque…gp

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...