Comago: energia e rinnovamento.

20140309-212321.jpg

di Sabrina Poggi
Quando scrivo un pensiero il titolo viene alla fine come la firma, oggi invece il titolo me lo hanno suggerito i cittadini di Comago.
Il Comitato venerdì 7 marzo ha incontrato gli abitanti di questa frazione, gli organizzatori dichiarano 70 persone presenti la Questura 50, io direi che c’era tanta gente, assiepata nella società in un locale davvero caldo, non solo per il riscaldamento ma per ciò che hanno portato dentro gli abitanti e gli Orsi.
Noi eravamo un bel gruppo mancava qualche ferito ma la squadra c’era, i cittadini erano numerosi di tutte le età , era davvero entusiasmante vedere l’interesse, un poco mi impensieriva l’incazzatura ma chi dorme il sonno dei giusti non ha paura, solo ansia da prestazione, forse solo io!
E’ chiaro sin dal principio che la gente è stanca ma molto cosciente, determinata, esige un cambio di rotta.
Le problematiche, che sono evidenti agli occhi di tutti, sono uscite fuori, le critiche forti sono presto diventate proposte, hanno parlato i nostri anziani (non me ne vogliano) che hanno la saggezza, hanno parlato i più giovani con moderazione e consapevolezza, mancavano forse i ragazzi, ma in fondo a vent’anni il venerdì sera si investe il tempo in modo diverso, c’è un momento per tutto.
Claudio fa l’apertura, non è facile aprire una serata politica con un incipt di un uomo così realista, diretto, schietto, raccolgo l’eredità delle sue parole, qualche minuto è necessario per dirigere l’energia, trovare il giusto passo, per concedere a tutti il diritto di esprimere il proprio pensiero e per trovare risposte o anche solo spunti di riflessione. La gente c’è. Noi anche!
Via via il Comitato si presenta io introduco ciascuno di loro, non sono agitata, abbiamo lavorato e siamo solo al principio, sappiamo chi siamo e dove vogliamo arrivare dobbiamo far capire alle persone che non abbiamo interessi soggettivi, siamo dei tecnici, non vogliamo improvvisare un’amministrazione di sola buona volontà, ognuno si presenta, i cittadini rispettosi ascoltano, registrano, cercano di capire se a quelle facce corrisponde qualche loro conoscenza, ci ritrovano, è travolgente, funziona, la nostra semplicità, la nostra trasparenza arriva, vengo ripagata di ore di sonno perse e musi lunghi lasciati a casa, forse anche gli altri orsi ma non ne parliamo.
Dobbiamo partire dalle cose certe che abbiamo, il nostro territorio, è su quello che il popolo incalza, le strade sono insicure, le frane non si contano, difficile dire alla gente la verità, nessuna amministrazione potrà con un colpo di mano rimettere tutto in ordine, dobbiamo dividere ciò che possiamo cambiare da ciò che non possiamo e non fare confusione, cosi come nella vita.
L’argomento lo affrontiamo con determinazione e franchezza, lo fa Flavio, un pilastro del coordinamento, lui conosce ogni frana, ogni rivo, i cittadini domandano lui risponde punto su punto la discussione è serrata, costruttiva, la gente lo segue, condivide, l’energia si sente nell’aria, si trasforma, la rabbia in interesse, l’egoismo in ragionamento, gli animi si placano, tutti insieme capiamo che dobbiamo lavorare, davanti a me un esempio vero di cittadinanza attiva.
Ancora una volta ritroviamo forza e motivazione in mezzo alla gente, un innesto di fiducia. Grazie.
*Sabrina Poggi lavora per il CNR con funzioni amministrative. Santolcesina da sempre, fa parte del Coordinamento del Comitato Indipendente per Sant’Olcese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...