Il Programma del Comitato in pillole: edilizia e territorio

pillole2

Le elezioni, come una medicina, possono guarire Sant’Olcese. L’importante è prendere la pillola giusta

 

EDILIZIA E TERRITORIO

L’onda lunga dell’espansione urbana di Genova ha progressivamente innescato un processo di “periferizzazione” del nostro Comune. Quella che prima era la campagna più comoda alla Città, sede di villeggiatura di tante famiglie genovesi e di orti che rifornivano molti “bezagnin”, con frazioni vitali circondate da terre coltivate, vigneti e frutteti, si è trasformata in un territorio in gran parte inselvatichito, costellato di case sparse, sorte in maniera disordinata pressoché ovunque. Ciò, insieme con l’avvento della grande distribuzione e la sempre maggior diffusione del trasporto privato, ha cancellato l’identità delle frazioni, convertendole in condomini privi di vita autonoma e, quindi, di un tessuto sociale coeso.

Oggi, la grande crisi economica e demografica che tutto il Paese, ma in particolare la nostra Regione, sta vivendo, mostra i lati negativi del modello di sviluppo che si è finora perseguito:

  • un territorio irrimediabilmente cementificato;
  • relazioni sociali un tempo forti ormai quasi completamente cancellate;
  • chiusura della maggior parte degli esercizi commerciali nelle frazioni, che costituivano strutture di presidio e di aggregazione;
  • estesa diffusione di situazioni critiche per le problematiche di carattere idrogeologico;
  • abbandono delle campagne e dei boschi, con conseguente degrado del
  • territorio sia da un punto di vista paesaggistico che di manutenzione delle
  • reti di deflusso delle acque.

Se, peraltro, è ormai purtroppo impensabile porre rimedio ai tanti errori che si è pervicacemente perseverato a reiterare fino ad oggi, è quantomeno doveroso imporre un drastico e netto cambio di rotta rispetto al passato. Questo proposito può essere perseguito in maniera efficace ed organica tramite la sostituzione dello strumento urbanistico comunale, il Piano Regolatore Generale, con un nuovo ed aggiornato Piano Urbanistico Comunale. Obiettivi di questo nuovo piano dovranno essere:

  • STOP ALLA CEMENTIFICAZIONE: eliminazione di tutti gli ambiti di espansione urbana, soprattutto di quelli da attuare tramite lottizzazioni;
  • COSTRUIRE SUL COSTRUITO: incentivazione del recupero del patrimonio edilizio esistente;
  • DIMINUZIONE DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO: previsione di importanti interventi nelle aree a maggior rischio per aumentare la sicurezza dei residenti;
  • RIQUALIFICAZIONE URBANA E RECUPERO DEL TESSUTO SOCIALE: miglioramento della qualità di vita nelle frazioni tramite interventi sulla viabilità, recupero della sentieristica pedonale, completamento della rete infrastrutturale (metano e internet a banda larga), promozione dei prodotti tipici locali e dei centri di aggregazione, anche tramite il sostegno al volontariato;
  • RECUPERO DELLE CAMPAGNE E DEI BOSCHI: azioni di sostegno e di indirizzo atte a promuovere le attività agricole e forestali esistenti (sia aziendali sia familiari).

Chi volesse leggere e scaricare per intero il programma o gli amici delle altre liste che volessero copiarlo ( qualcuno lo ha già fatto) clicchi qui)!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...