Differenziata: il futuro è nelle nostre mani

Raccolta-differenziata-no-stress-con-“ComeButta”Durante la campagna elettorale io e i miei compagni orsi abbiamo passato un bel po’ di tempo nella nostra tana che è situata in un punto strategico per poter osservare i cassonetti verdi di una postazione di raccolta indifferenziata; nella stessa postazione sono presenti anche le campane per la raccolta differenziata, carta, plastica, vetro. L’osservazione quotidiana della postazione mi ha portato a riflettere e a trarre qualche conclusione che voglio condividere con voi. La prima cosa che ho notato è stata la quasi totale estinzione delle pantegane dopo che sono state posizionate le esche. Non so come si svolge la vita notturna ma almeno di giorno non si vedono più. Sorci a parte l’aspetto che mi sconvolge è aver visto quotidianamente molte persone soprattutto gestori di attività commerciali che conferivano nei cassonetti verdi, lasciati quasi sempre aperti, materiali riciclabili anche in buone se non ottime condizioni; mi riferisco a cartoni, scatole, casse in legno e plastica, bottiglie, polietilene trasparente e molto altro. Tutto materiale che si poteva riutilizzare più volte prima di essere riciclato; tutto questo succede nonostante a pochi metri vi siano le campane della differenziata che ho visto ritirare ancora semivuote. 2 mesi sono durate le osservazioni che si sono alternate a ispezioni a tutti i cassonetti del comune. Purtroppo ho potuto notare che tutti i cassonetti verdi, indipendentemente dalla frazione ispezionata, erano ricolmi di materiale riciclabile, materiale che potrebbe costituire una risorsa preziosa nonchè una fonte di guadagno. In questi 5 anni da consigliere comunale ho cercato di convincere gli amministratori a trovare una soluzione per aumentare la percentuale di raccolta differenziata ma non esistono sistemi di raccolta differenziata efficaci se PRIMA NON CI CONVINCIAMO E CONVINCIAMO CHI CI STA VICINO A NON BUTTARE INDISTINTAMENTE TUTTI I RIFIUTI NEI CASSONETTI VERDI. Come possiamo lamentarci verso le istituzioni se siamo i primi a non rispettare regole e leggi? Solo perchè non esiste nel nostro comune un sistema di controllo non ci si deve sentire liberi di buttare a caso l’immondizia. Diversa è la situazione nelle alture o dovunque non siano installate le campane, il disagio è sicuramente maggiore e l’amministrazione dovrà intervenire a tamponare la situazione in attesa che si passi a un nuovo sistema di raccolta.

Emblematico il video che Cristiano Nattero ha girato per dimostrare quanto prezioso materiale si getta nei cassonetti verdi, postato sul blog di “Viviamo Serra Riccò” – (questo è il link diretto al blog: http://viviamoserraricco.wordpress.com/2014/05/20/ecco-cosabbiamo-trovato-nel-cassonetto/)

In questo filmato la squadra di Nattero svuota un cassonetto e ne analizza il contenuto…

Cari lettori del blog, aiutateci a convincere amici, parenti e conoscenti a differenziare i rifiuti e conferirli negli appositi contenitori, molto presto in questo comune, a norma di legge, sarà adottato un sistema nuovo di raccolta differenziata molto spinta: allora si che saremo costretti a farla, cerchiamo di imparare e abituamoci prima che ne saremo costretti con l’imposizione.

Giorgio B.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Differenziata: il futuro è nelle nostre mani

  1. Stamattina parlando con mia madre,appunto della spazzatura, mi ha segnalato che nella zona della Fondega, a Manesseno dove lei abita, le pantegane ci sono ancora… Lei ed un altra signora hanno avuto difficoltà ad avvicinarsi ai cassonetti perché, i topi gironzolavano per terra , e loro avevano le ciabatte aperte.
    Forse si potrebbe mettere altre trappole? ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...