Ferrovia Genova Casella: Vesco e gli utenti concordi, la concorrenza di ATP deve finire!

fgcpanoramadi Flavio Poggi*

Gli utenti del Trenino da anni sostengono le tesi esposte in maniera chiara e precisa dall’Assessore Vesco: la sovrapposizione fra il servizio offerto dalla Ferrovia Genova-Casella e le corse autostradali Montoggio-Casella-Genova di ATP è illogica ed insostenibile soprattutto oggi, alla luce delle disastrose condizioni economiche in cui versano sia AMT sia, ancor più, ATP.
Comprendiamo i timori dell’Assessore di Casella, che riflettono quelle dei molti utenti ATP di quel bacino. L’utente che guardi solo alle proprie esigenze, ovviamente, auspica il maggior numero possibile di servizi e di corse, a prescindere dalla loro sostenibilità economica. Compito del gestore e ancor più dell’amministratore è quello di trovare il giusto equilibrio fra il soddisfacimento delle più disparate esigenze dei fruitori del servizio, le risorse disponibili e l’efficienza della rete. Ovviamente, nel perseguire questo obiettivo, una parte dell’utenza non sarà del tutto accontentata.
Per noi è chiaro come il sole che i due servizi non possano coesistere. Come, d’altra parte, riteniamo del tutto inevitabile che siano le corse autostradali ATP a dover essere eliminate. Non è una questione campanilistica fra Sant’Olcese e Casella, nè una malignità gratuita nei confronti dei tanti fruitori dei pullman ATP. E’ soltanto questione di prendere atto che il servizio fornito dalla Ferrovia Genova-Casella presenta numerosi punti a proprio favore rispetto alle corriere ATP:
1. serve un territorio più vasto e, quindi, un bacino potenziale di utenti maggiore;
2. oltre al servizio pendolaristico offerto, può vantare una valenza turistica che i bus indiscutibilmente non hanno;
3. ha un valore storico-culturale-paesaggistico unico a livello nazionale;
4. è un mezzo di trasporto ambientalmente molto più sostenibile di qualsiasi altro su gomma, sia perchè non ha emissioni in atmosfera sia perchè non contribuisce al congestionamento del traffico;

A questo si aggiunga che, se le corse ATP venissero preferite al Trenino, gli ingenti investimenti sostenuti dalla Regione in questi anni per il rilancio della Ferrovia sarebbero irrimediabilmente da considerare soldi buttati, come, peraltro, sottolineato dallo stesso Vesco.
Ciò detto, riteniamo giusto e corretto che venga offerta una contropartita ai moltissimi utenti ATP che si verrebbero a trovare penalizzati dalla soppressione del servizio che utilizzano. Riprendendo quanto già ipotizzato dallo stesso Assessore regionale, il disagio potrebbe essere mitigato, oltre che dall’aumento del numero delle corse ferroviarie, anche dal potenziamento dei collegamenti fra Piazza Manin ed il centro Città.

Leggi l’articolo apparso qualche giorno fa sul Corriere Mercantile (link)

*Flavio Poggi, Consigliere per il Comitato Indipendente per Sant’Olcese, è un rappresentante del Comitato spontaneo utenti FGC

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...