Manesseno: il ponte sospeso

PonteSospeso

Clicca sull’immagine per leggere l’articolo.

Dal Corriere Mercantile riportiamo un articolo di Paolo Bertuccio sullo stop ai lavori del ponte di Manesseno.
Le considerazioni che sorgono spontanee sulla vendita della pelle dell’orso prima della cattura del plantigrade sono tanto ovvie quanto amare.

Manesseno, si fermano i lavori per il nuovo ponte

STORIA INFINITA _ La ditta che dovrebbe realizzare l’opera rischia il fallimento: il sindaco scrive ai cittadini per spiegare che la responsabilità dello stop è della Provincia.
Manesseno, si fermano i lavori per il nuovo ponte. Lavori fermi e un grosso punto interrogativo, l’ennesimo, sulla
data di completamento dell’opera.
Si arricchisce di un altro capitolo la tormentata storia del ponte di Manesseno, progettato più a monte di quello attuale, per bypassare l’abitato (che si trova sulla sponda sinistra del torrente Sardorella) e alleggerire il traffico che grava sul paese.
Stavolta il motivo dello stop è il periodo nero – per così dire – che sta attraversando la ditta aggiudicataria dell’appalto.
L’azienda, con sede ad Alba in provincia di Cuneo, è in stato di “concordato preventivo con continuità aziendale”. Per chi non è cultore del diritto tributario, si tratta di una sorta di tentativo estremo di evitare il fallimento: l’azienda continua a lavorare ma sotto lo stretto controllo di un commissario che vigila affinché i debiti vengano onorati. Un regime ridotto, che al momento non permette la prosecuzione dei lavori a Manesseno, fermatisi dopo una serie di prove di carico sulla struttura.
Una situazione di stallo che ha indotto il sindaco di Sant’Olcese Armando Sanna a scrivere ai propri concittadini, spiegando che il ritardo non è imputabile all’amministrazione comunale e che da parte di quest’ultima «ci sarà il massimo livello di attenzione nel monitorare la vicenda». In effetti a gestire la partita è la Provincia di Genova, che ha preso atto della situazione.
«Speriamo di poter concludere entro la fine dell’anno», spiega da largo Lanfranco il direttore dei lavori pubblici Pietro Bellina. Nel caso in cui la situazione della ditta appaltatrice non dovesse sbloccarsi a breve, ci sarebbe la soluzione del cottimo fiduciario,cioè il completamento dei lavori con una procedura d’appalto “velocizzata”, «anche se – prosegue Bellina – proprio in agosto è entrata in vigore la legge che disciplina, tra le altre cose, la realizzazione di opere pubbliche, con una serie di nuovi obblighi e adempimenti per le imprese».
Intanto, Manesseno continua a subire il traffico dei mezzi pesanti diretti verso la zona industriale a monte del paese. Il riassetto della zona prevede, insieme all’abbattimento dell’attuale ponte, il transito dei camion esclusivamente
sulla sponda sinistra. Ma il tutto si sbloccherà soltanto con la fine del cantiere. L’inaugurazione, secondo le previsioni della scorsa primavera, avrebbe dovuto avvenire in agosto, donando così a Manesseno una viabilità più leggera proprio in concomitanza dell’inizio delle scuole. Niente di tutto questo, e il ponte “nuovo” – previsto in un piano di bacino del 2001, finanziato dalla Regione nel 2010, iniziato nel 2012 – rischia di diventare vecchio prima ancora di nascere.
PAOLO BERTUCCIO

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Manesseno: il ponte sospeso

  1. temo sia la solita storia oramai, ci siamo abituati, vedremo fino a quando, sperando nel frasttempo non ci scappi il morto, visto la velocita’ ed il menefreghismo con cui sfrecciano dei mezzi pesanti,tir/furgoni/suv vari nel centro del paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...