ATTENZIONE: COMUNICATO PER I GENITORI INERENTE L’USCITA DALLE SCUOLE

A CAUSA DELLA PROCLAMAZIONE DELLO STATO DI ALLERTA 2 IL SERVIZIO DI SCUOLABUS NON FUNZIONA.
I GENITORI CHE ANDRANNO A PRENDERE I PROPRI FIGLI PRIMA DELLA FINE DELL’ALLERTA 2 DOVRANNO FIRMARE UNA MANLEVA.

ECCO IL COMUNICATO UFFICIALE DELLA PROTEZIONE CIVILE COMUNALE:

AVVISO AI GENITORI
I Bambini ancora a scuola sono in luogo sicuro, si sconsiglia di mettersi in strada per il ritiro fino a che gli eventi atmosferici non diminuiranno di intensità. L’eventuale ritiro è completamente sotto la responsabilità del genitore. Il personale scolastico provvederà alla custodia dei minori presenti nel plesso scolastico.

Annunci

4 Pensieri su &Idquo;ATTENZIONE: COMUNICATO PER I GENITORI INERENTE L’USCITA DALLE SCUOLE

  1. A genova quando viene proclamata allerta 2 i bambini e i ragazzi restano a scuola e non è possibile ritirali prima della fine dell’evento. Così è per il personale scolastico che lavora: tutti “reclusi” a scuola e non c’è delega o manleva che tenga. La scuola è stata organizzata con pasti scorta, e non si puo’ uscire.
    Dall’articolo si capisce che invece sant’olcese, come sempre, riesce a far diverso e a pasticciare, mettendo a rischio l’incolumità di bambini e genitori.
    Visto che genova oggi ha chiuso le scuole e così tanti comuni dell’entroterra, visto che le zone esondabili, i torrenti e le aree urbanizazte abbondano pure a sant’olcese, perchè nel dubbio il comune non ha chiuso le scuole? perchè, massimo della demenzialità e dell’incoerenza NON SONO GARANTITI GLI SCUOLABUs???? cioè…le strade non sono sicure perchè circolino i pulmini, pero’ DI FATTO I GENITORI SONO OBBLIGATI A PRENDERE LA LORO AUTO PER RITIRARE I FIGLI DA SCUOLA!!! complimenti ai nostri amministatori PER IL MODO IN CUI METTONO A RISCHIO L’INCOLUMITà DI BAMBINI E dei loro GENITORI.

  2. Ciao Michela,
    mi dispiace ma le cose non stanno proprio come dici.
    Ma adesso sarebbe troppo lungo illustrare la dinamica dei fatti che ci vede impegnati da quasi 36 ore di fila. E soprattutto ci sono ancora troppe situazioni da seguire per il bene di tutti i cittadini.

    • A proposito di alluvione , ormai almeno una volta l’anno i nostri torrenti sono soggetti a piene. I muri di contenimento potrebbero veder erose le loro fondamente. Richiamerei l’amministrazione ad un accurato controllo dei muraglioni contenitivi, onde evitare che un giorno ci si trovi di fronte ad improvvisi cedimenti stradali, che porterebbero inevitabilmente i veicoli circolanti a cadere dentro il torrente con quanto ne consegue…
      Ciao Agostino Zito

  3. Come insegnante direttamente coinvolta nella gestione dell’emergenza, posso dire che, secondo me, oggi la scuola ha affrontato una delle situazioni più difficili: l’uscita dei ragazzi in piena allerta 2.
    Alla media Ungaretti di Serra Riccò, dove forse la situazione era meno critica che a Sant’Olcese, gli scuolabus hanno effettuato il loro servizio regolarmente e gli alunni che se ne sono serviti, sono stati gli unici a non avere alcuna restrizione in fase di uscita. Per tutti gli altri, invece, il ritorno a casa è stato gestito in modo attento, al fine di salvaguardare l’incolumità di tutti.
    Nessun minore ha lasciato la scuola senza un accompagnatore adulto che si prendesse responsabilmente cura di lui. Chi ha avuto la fortuna di avere genitori, nonni, zii o parenti vari ad aspettarlo, è uscito senza problemi; chi invece è stato affidato a vicini, conoscenti o persone di fiducia della famiglia fornite di delega, ha comunque dovuto attendere che il suo accompagnatore firmasse in segreteria una manleva e sottoscrivesse il suo impegno ad accompagnare il più velocemente possibile il minore in luogo sicuro.
    L’uscita è quindi stata gestita con tempi più lunghi del normale, tanto che molti insegnanti alle 14 erano ancora a scuola, in attesa di far uscire gli ultimi alunni, ma la situazione era abbastanza tranquilla.
    Quanto alla gestione delle uscite anticipate, con i genitori che vengono a prendersi i figli perché vogliono portarli via e approfittano di un momento di tregua del maltempo per raggiungere casa in sicurezza, io non credo che la scuola abbia il diritto di ostacolare la libera decisione di un genitore, a meno che non ci si trovi a dover gestire un evidente stato di criticità e grave pericolo, situazione che, grazie al cielo, almeno stamattina, nella nostra zona non si è verificata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...