Tra Sant’Olcese e Serra Ricco trenta furti in un mese, aumentano le richieste di porto d’arma 

 

una delle villette prese di mira nei giorni scorsi

 Dal Secolo XIX on line:

Genova – Passamontagna calato sul volto, torcia e piede di porco ben saldi nelle mani. L’ultimo raid nelle villette dell’entroterra i ladri lo hanno messo a segno giovedì sera. Subito dopo il crepuscolo. Tre colpi in due ore tra Serra Riccò e Sant’Olcese, alta Valpolcevera. Trenta dall’inizio del mese di novembre. È davvero emergenza: «Viviamo nel terrore», lamentano gli abitanti della zona. Stanchi, esasperati di fronte a questi assalti. Al punto di voler reagire. E pensare di armarsi per fermare l’escalation di furti. Pistole, cani e scacciacani, taser, le comune pistole elettriche: «Non ci resta che difenderci da soli», ammettono. E le statistiche confermano questo desiderio. Nei due comuni, quelli maggiormente bersagliati dai ladri, il numero di richieste di porto d’armi in questi mesi è cresciuto : circa il 35 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.
La maggior parte delle persone che ne fa richiesta, praticamente una su due, è stata vittima di furti: «Non abbiamo altra soluzione – tuona Giorgio Miorotti, 53 anni, ex dipendente dei macelli che abita nella frazione di Ca’ Rasori a Vicomorasso – io ho fatto richiesta alla prefettura per avere una pistola elettrica.

Continua a leggere, clicca qui.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Tra Sant’Olcese e Serra Ricco trenta furti in un mese, aumentano le richieste di porto d’arma 

  1. volete i benpensanti del menga? beh inutile piangere dopo, sono cose cercate/volute ed architettate da chi ha convenienze ed interessi con i criminali, o meglio, con i ”poverini” che hanno bisogno di tutto.si, dalle coop ai vari enti che incassano a volonta’ dalle tasche degli italiani per-…..ingrassare loro stessi anzitutto…guardate quanti campi abusivi ci sono zona Bolzaneto/mercato, e che auto ci sono e quante….. tutta gente onesta e che lavora, per carita’, ovvio….
    .(sono uno derubato gia’ tempo fa)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...