La sedia della divina conoscenza

di Giampiero Pepe*

  Molti anni fa mi capitò di seguire un seminario di Krier, brillante architetto che con la magia delle parole mi fece innamorare di una semplice sedia bauhaus, facendola apparire sintesi sapiente di storia, filosofia, arte, architettura….stupore per una sedia diventata strumento di Conoscenza, affascinante….
Stessa sensazione molti anni dopo nel leggere di sezione aurea, fenomeno geometrico (e religioso) scoperto già dai Pitagorici. Il bravo Mucciaccia spiegherebbe la sezione aurea così: prendete un cartoncino rettangolare con i lati di 10cm e 16,18cm (fatto?!), ritagliate via un quadrato costruito sul lato di 10cm (fatto?!), ottenete un rettangolino con la stessa forma e rapporto tra i lati (1.618) di quello iniziale (divina proporzione), fatto?!
Non è affascinante che questo numero (1,618) abbia ispirato opere come il Partenone di Fidia, il Modulor di Le Corbusier, la Flagellazione di Cristo di Piero della Francesca, e l’ottaedrico Castel del Monte di Federico II?!…quest’ultimo capolavoro di architettura medievale, a cui lavorarono insieme scienziati arabi ed ebrei (Jacob Ben Abbamari, Giuda Cohen) ed insigni italici (Pier delle Vigne, Leonardo Fibonacci) realizzando anzitempo “Eurabia”, oggi ipotesi da esorcizzare….
  

Il numero 1,618 vive in tutta l’ingegneria di Castel del Monte: dal timpano del portale dove c’è un triangolo isoscele con i lati obliqui “sezione aurea“ della base, alle sale trapezoidali laterali dove la base minore è “sezione aurea” di quella maggiore: armonia di rapporti dettati dal Sole e dalla Matematica….
Nell’attuale struttura di Castel del Monte si individuano due rettangoli a croce greca di lati 22m e 35,60m (v. Figura) nel rapporto 1,618! Nel 1200 le lunghezze erano misurate con il cubito sacro (=0,55 m): la dimensione del lato corto del rettangolo (22m) risulta essere 40 cubiti sacri (40 x 0,55m), e 40 è un simbolo ricorrente nelle Sacre Scritture che ora si accoppia alla divina proporzione: 40 i giorni del diluvio universale, o quelli di Mosè sul Sinai, 40 i giorni del digiuno di Gesù nel deserto o di Pitagora nel Tempio di Metaponto, 40 i giorni tra Resurrezione ed Ascensione di Gesù,….. Conoscenza e Divino rendono Castel del Monte luogo unico di spiritualità oltre la Matematica. Pensieri semplicemente accattivanti che portano a Dio mediante contemplazione (ir)razionale della perfezione: non ci saranno mai Apps su Smart-phones sofisticati che regaleranno questo stupore, e mi piace pensare che un semplice articolo su questo Blog possa per qualcuno essere come la mia sedia di Krier.

*Giampiero Pepe, Dipartimento di Fisica dell’Università Federico II di Napoli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...