A Natale ricicliamoci!

  Comieco, il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, dal suo sito ci manda una serie di consigli che, se seguiti,  ci permetteranno di passare un Natale  più sostenibile. Buon Natale buona lettura.

Dai pacchi regalo ai pranzi e ai cenoni, un vademecum per festività a basso impatto ambientale grazie al corretto recupero e riciclo dei packaging in carta e cartone

Natale, tempo di festa, di doni e…di pacchi. 

Nel periodo delle festività, in concomitanza con la “corsa ai regali” e ai cenoni in famiglia e con gli amici, aumenta infatti in modo esponenziale il consumo di imballaggi in carta e cartone. 

Dal confezionamento dei doni da mettere sotto l’albero, alle diverse occasioni di convivialità, tanti e vari sono i modi di mettere in pratica alcuni accorgimenti per rendere queste feste più sostenibili, per l’ambiente e per le nostre tasche! Come? Ecco i nostri consigli!

Iniziamo sol suggerirvi pacchetti sostenibili e creativi a partire da oggetti e imballaggi in carta, cartone e cartoncino che non si usano più: basta poco, infatti, per dare vita a confezioni natalizie “fai da te” con vecchi cesti, vassoi e cassette della frutta, confezioni in cartoncino e sacchetti in cartone, carte geografiche, vecchi giornali, anche il cartoncino cannettato delle confezioni di biscotti può essere molto utile! 

Altri spunti interessanti li puoi trovare su “Uso e Riuso: il design per il pack in carta e cartone”, una raccolta di casi degli imballaggi di carta e cartone che Matrec (Osservatorio Internazionale per l’Innovazione Sostenibile di Materiali e Prodotti) ah curato per noi. Cosa ci trovi? Spunti per la progettazione e lo sviluppo di nuovi prodotti creati con gli imballaggi cellulosici “ri-utilizzati”.

E ancora prima dei regali, col cartoncino e pochi semplici attrezzi, puoi realizzare un’originalissima palla di Natale. 

Vuoi saperne di più? Segui i nostri tutorial!

Passiamo ora ai momenti conviviali come pranzi e cene: proprio in questo periodo dell’anno diventa ancora più importante seguire le regole di buon senso per ottimizzare la conservazione dei prodotti grazie alle proprietà dei packaging e fare bene la raccolta differenziata. 

Anche a Natale raccolta differenziata e riciclo non vanno in vacanza! 

Partiamo dal corretto uso degli imballaggi

Per garantire un’ottimale conservazione degli alimenti ricorda che: 

• Frutta e verdura non deperiscono più rapidamente nel loro imballaggio originale: il prodotto va conservato come lo si è comperato. Ricorda di riporlo in frigorifero se quando lo hai acquistato era in fresco. 

• Leggi sempre con molta attenzione le etichette, in particolare la data di scadenza (sia all’acquisto una volta riposti in dispensa) e le istruzioni per la conservazione e l’uso (non solo sui prodotti che acquisti per la prima volta, ma anche su quelli abituali). 

• Non fare tagli o buchi alle confezioni.

• Utilizza i supporti indicati o forniti per richiudere l’imballo una volta aperto. 

Continuiamo con sette regole sette sulla raccolta differenziata di qualità “edizione speciale”

1. Antipasti: tra affettati e formaggi, tieni a mente che la carta oleata solitamente non è riciclabile e va quindi nell’indifferenziata, a meno che non sia formata da parti separabili, come carta e plastica; in tal caso i materiali puoi riporli separatamente nella raccolta differenziata.

2. Primi: la carta da forno, utilizzata ad esempio per le lasagne, è anch’essa destinata in genere all’indifferenziata. 

3. Secondi: separa la confezione di cartone dall’involucro che contiene cotechino o zampone!

4. Dolci: non è Natale senza panettone, pandoro o torrone. Anche in questo caso, separa la confezione in cartone dal cellophane che avvolge il dolce.  

5. Tovaglioli usati: riponili riporre nell’umido (ove presente) e non dimenticare 

6. Se festeggi fuori casa, ricorda che gli scontrini non vanno nel raccoglitore della carta, ma, trattandosi di carta chimica, devi metterli nell’indifferenziata.

7. Gli imballi stanno evolvendo: controlla sempre sulla confezione. Anche rispetto al tuo ultimo acquisto alcuni possono essersi trasformati ed essere pronti per la raccolta della carta o dell’umido 

E chiudiamo con la lotta agli sprechi alimentari anche fuori casa 

Ricorda che se mangi fuori casa puoi chiedere ai ristoratori di confezionarti una doggy bag con gli avanzi di cibo o vino. Trovi le nostre Doggy Bag d’autore in molti ristoranti della Lombardia e di Roma, per sapere quali, clicca qui!

Buone feste da Comieco!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...