Saltano cinque tubature della IPLOM a Fegino: è disastro ambientale

  Il Rio Fegino è stracolmo di petrolio e lo sta riversando nel Polcevera. Alle 20 sono saltate cinque tubature della IPLOM, le valvole di sicurezza non sono state chiuse in tempo permettendo al petrolio di raggiungere  il Polcevera. Per fermare la chiazza nera si stanno realizzando tre dighe con degli escavatori all’altezza  dell’Ikea e sono state posizionate delle “panne”. Il pericolo che le cinque squadre di pompieri impegnate sul posto vogliono scongiurare è che il petrolio raggiunga il mare, ma l’impresa è disperata. In tutta la zona si sente un odore molto forte di petrolio, alla popolazione è stato chiesto di chiudere le finestre usando degli asciugamani bagnati per impedire al gas di penetrare, il rischio evacuazione è concreto. Sul posto è operativo il nucleo NBCR per il rischio Nucleare, Biologico, Chimico e Radioattivo; impegnata anche una squadra di volontari della Croce d’Oro di Manesseno.

   
    

   

  

  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...