I Ragazzi del Consiglio Comunale

Di Elena Viola*

Giovedì vi ho visti, per la prima volta dopo tanto tempo, vi ho osservati attraverso la lente di donna e non di madre. Eravate lì, insiema ai compagni, sospesi in un tempo complicato e dannatamente bello chiamato adolescenza… metà bambini appena approdati alle medie, pulcini usciti dal guscio caldo e sicuro delle elementari , metà guerrieri protesi verso il futuro, spavaldamente certi di fare della vostra vita una cosa meravigliosa. E fin qui normale, un gruppo di ragazzini delle medie che si ritrova per un momento importante e altamente formativo – con un occhio all’orologio che- vai – intanto – volano – un – paio d’ore di lezione …

Ma che cosa rende speciale una giornata che poteva finire miseramente in una retorica e artificiosa lettura di componimenti su temi importanti e decisamente lontani dalla quotidianità di un 13 medio?!? Volete davvero saperlo, non ci siete arrivati?!? Ebbene, il segreto siete Voi. Sissignore, la vostra leggerezza, quel mix di la spontaneità e timidezza che caratterizza un animo non ancora corrotto e imbruttito dalle difficoltà della vita, quella eccitazione, quella carica elettrica che solo i ragazzi sanno trasmettere. Siete riusciti a fare vostri argomenti importanti, difficili e pesanti e a restituirceli in maniera deliziosamente e profondamente delicata. Vi siete imposti e ci avete zittito, noi adulti abbiamo provato a riprendere terreno attraverso discorsi, ringraziamenti e battute: un piffero, voi ci avete staccato di almeno un chilometro e hai voglia a correre dietro ad una lepre quando tu sei solo un vecchio cane da caccia! Siamo rimasti lì, ci avete ringraziato per l’opportunità e per l’impegno di chi adulto ha lavorato insieme a voi; balle, non saremmo andati da nessuna parte se non avessimo trovato in voi i partners ideali per far crescere ancora e ulteriormente questa esperienza meravigliosa chiamata Consiglio Comunale dei Ragazzi.

E voi lo sapete, cinicamente e con l’arroganza della vostra età sapete di essere bravi, di meritare le lodi che vi sono state tributate.

I cuccioli che crescono giocano a fare la lotta e voi, come cuccioli d’uomo vi state allenando a lottare, ciascuno con le proprie armi e con le proprie caratteristiche. Ieri lo avete ampiamente dimostrato. E quindi non vi ringrazierò per avermi fatto sentire in affanno e scontata. Vi dico bravi, semplicemente e con tutto l’affetto e l’orgoglio che mi consentirete di dimostrarvi attraverso queste righe.  

Bravi.

*Elena Viola, Capogruppo in Consiglio Comunale per il Comitato Indipendente per Sant’Olcese

Un pensiero su &Idquo;I Ragazzi del Consiglio Comunale

  1. Il mio commento non riguarda questo argomento,ma bensì una cosa che mi e successo stamattina.Allora dopo tanto aver atteso il ritorno del Trenino di Casella,decido insieme a mio marito Giuseppe e la mia nipotina Giulia di fare una gita sul trenino……alle 11,58 torniamo alla stazione ferroviaria di gManin dove c era un sacco di gente ,vado alla biglietteria e mi dicono che i posti sono tutti. Prenotati tranne quelli per i residenti…….noi siamo residenti dico e lui mi fa i biglietti con su scritto POSTO IN PIEDI.E vabbè penso .Il punto e sapete quanta gente ha dovuto rinunciare al trenino??? perché c erano solo 2 carrozze.Volevo dire a chi di dovere che tra sagre feste e apertura belle piscine bisogna che pensiate a cogliere questa grossa occasione altrimenti ahimè il nostro bel trenino tornerà a dormire .CHE NE PENSATE???

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...