Fuori c’è…

Fuori c’è Fuori c’ è il vento che muove i capelli, mentre rincorriamo i raggi biondi del sole.

Fuori c’è la luce dell’avventura che riempe gli occhi, negli istanti vivi di viaggi e scoperte.

Fuori c’è la terra che si fa gioco per noi, quando la manipoliamo per lasciare orme e tracce.

Fuori c’è il colore che modifica e nutre le nostre emozioni, nell’ incontro con il blu dell’aria, del mare, del verde di collina.

Fuori c’è una musica che ci indica altra vita, il canto degli uccelli, lo scrosciare delle onde, il rintocco delle campane, le voci.

Fuori c’è l’incontro con l’altro, che ci insegna nuove e differenti vie, nel tempo vissuto delle relazioni.

Fuori c’è la vita che diviene esperienza infinita e giocosa, tra le corse felici per possedere lo spazio tutto.

Fuori c’è un profumo lieve che accompagna il volo delle farfalle, mentre si spostano danzando tra cieli, fiori e frutteti. 

Fuori c’è un campo sempre fertile di connessioni, è così che la nostra anima ingrandisce i suoi orizzonti. 

Fuori c’è il fluire dell’acqua, in tutte le sue forme, che rispecchia e riflette il susseguirsi animato dei nostri pensieri. 

Fuori c’è molto di ciò che grande parte dell’ umanità non è mai stata capace e non ha mai voluto essere, fuori è eterna scoperta e incanto.

Fuori è un bimbo felice.

Laura Startari, educatrice montessori e Tagesmutter presso Trensasco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...