Vogliamo una biblioteca in Villa Serra!


di Elena Viola*

“Monasterium sine libris est sicut civitas sine opibus, castrum sine numeris, coquina sine suppellectili, mensa sine cibis, hortus sine herbis, pratum sine floribus, arbor sine foliis…”

Se ben vi ricordate, il mio primo post, quello di esordio verteva sulla assoluta necessità di dotare il paese di una biblioteca. Non una all’interno di una scuola, proprio una bella gagliarda biblioteca ricavata in un edifico comunale, piena di libri e magari con una sezione dedicata alle letture per l’infanzia con annessi spazi dedicati per laboratori e momenti didattici extracurriculari.

Sono passati anni, si è insediata una nuova giunta e siamo inevitabilmente arrivati anche alla fine di questo 2016 e ancora nulla all’orizzonte.

Tra poco è Natale e quale migliore occasione per mettere nero su bianco il sogno di un progetto che veda coinvolta l’amministrazione, il Consorzio Villa Serra e i cittadini di Sant’Olcese. Il mio personale desiderio è veder realizzato a Sant’Olcese un luogo dove la cultura è di casa, dove far sbocciare menti e dove ci sia la volontà condivisa di operare per il bene del paese mettendo da parte personalismi e ritorni economici. Voglio la biblioteca nel parco più bello d’Italia, voglio che il cibo della mente possa essere consumato in un polmone verde simbolo di questa comunità. Voglio abbonarmi al prestito nella biblioteca del mio paese!

Sono pronta ad impegnarmi in prima persona, è un’idea che mi sta molto a cuore e che mi piacerebbe contribuire a far nascere anche se riconosco che le mie capacità e la mia professionalità sia limitata. Però ci metto cuore e passione, nei film pare che basti…. Non ho paura di sporcarmi le mani. E sono certa di non essere la sola che sarebbe pronta a spendere qualche ora della propria giornata per realizzare un’opera così importante. E allora chiedo un impegno da parte dell’Amministrazione e del Consorzio Villa Serra, affinchè ci si possa confrontare e ragionare su un progetto che ritengo di vitale importanza per Sant’Olcese e per il tessuto sociale che inevitabilmente ( e fortunatamente!!!!) cresce ogni giorno di più.

Bibliofilicamente vostra,

Elena Viola

*Capogruppo in Consiglio Comunale per il Comitato Indipendente per Sant’Olcese
 

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Vogliamo una biblioteca in Villa Serra!

  1. Non si tratta di un capriccio per una elite di dotti e sapienti, ma semmai un’esigenza per i semplici e gli incapienti, Scusate la rima…Sono sempre quella rompiballe ultima arrivata, abituata a leggere tre libri al mese gratis , prendendoli in prestito dalle civiche biblioteche comunali. Ho riproposto la necessità. Grazie di avere raccolto il mio messaggio nella bottiglia, lanciata nel grande oceano della rete internet. Sono stata alla Biblioteca Giuseppe di Vittorio, come viene descritto dal sito del comune, ed è stata una brutta sorpresa. I libri, i computer , i bimbi, tutti ammassati in una stanza. Ma forse quella sbagliata sono io, sono quella strana, diversa. Appartengo a quel 15% di popolazione che legge , a quel 3 % di terze medie che sono riuscite a fare laureare una figlia, che ho l’amore per la lettura nella testa, nel cuore , nelle mani, ma siccome non ho soldi e paludati titoli scolastici, non posso regalare a Sant’ Olcese nè libri , nè biblioteca. Mi candido come bibliotecaria volontaria, ma di tempo in parole sulla biblioteca , mi risulta ,che ne sia stato speso parecchio già dagli anni 80 del secolo scorso. Spero , e non ho altro da offrire che speranza, si concretizzi qualcosa.

  2. Gentile Signora Capogruppo, faccio cosa utile a me e a tutti informandoLa tempestivamente del mio incontro stamani di alle 8,30 con il Sindaco Armando Sanna. E’ già la seconda volta che lo trovo a sporcarsi le mani , e per me, lo sporco da lavoro , quello si, è onorevole. Lei deve capire che la mia esperienza di relazione cittadino istituzioni è costellata di esperienze negative e conflittuali. Ma qui , ho finalmente trovato una persona che AGISCE. LA BIBLIOTECA E’ PREVISTA NEI LAVORI 2017. questo mi ha detto guardandomi nelle palle degli occhi, e quindi, ha potuto vedere che non lo mollo fino al raggiungimento del mio scopo: AVERE IN PRESTITO GRATIS 3 LIBRI AL MESE DAL COMUNE. Sono un casalinga di 53 anni, viva grazie ai libri, realizzata grazie libri, seria e onesta grazie ai libri, compassionevole grazie ai libri, vengo dai semplici e dagli umili, per i semplici e gli umili , grazie ai libri, E potrei continuare con la lista delle gratitudine , ma voglio occupare questo spazio per ESORTARE TUTTA LA POPOLAZIONE A SPEGNERE LA TV E LEGGERE , FARE LEGGERE E ANDARE IN MASSA A CHIEDERE AL SINDACO DI POTER LEGGERE. la promozione dell’amore per la lettura inizia con parole sincere , senza ipocrisie, opportunismi , o reazioni di lesa maestà non meritata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...