Rapina al Carrefour: presi i due malviventi 


Nei giorni scorsi erano stati rinvenuti lo scooter con cui i due malviventi erano fuggiti dopo la tentata rapina ed i due caschi indossati mentre, coltello alla mano, minacciavano la commessa. La Scientifica aveva acquisito, inoltre, i filmati dalle telecamere del comune e delle ditte sul percorso dei rapinatori. L’indagine su questi elementi ha portato all’arresto dei due balordi che sono attualmente in carcere. Speriamo questo epilogo serva di lezione ad altri farabutti intenzionati a compiere simili gesta.

Annunci

Attenzione: guasto alla rete idrica

Sant'Olcese Inform@

acqua-rubinettoComunichiamo che a causa della rottura di una grossa tubazione in zona Mignanego, potrebbero verificarsi disagi e/o interruzioni nella normale erogazione dell’acqua riguardante la parte bassa del Nostro comune(zona di Manesseno).

Mediterranea delle acque comunica che il tutto dovrebbe essere ripristinato entro la serata. La stessa società sta inoltre inviando un’autobotte per garantire la disponibilità idrica alle scuole.

Preghiamo pertanto i cittadini a limitare il più possibile l’utilizzo delle risorse idriche.

Seguiranno aggiornamenti.

View original post

Tentata rapina al Carrefour di Manesseno 

Erano le 18, 40 quando due malviventi con il casco integrale indossato, probabilmente di nazionalità italiana,  hanno minacciato la cassiera del Carrefour di Manesseno con un grosso coltello intimandole di aprire la cassa. La rapina è stata sventata grazie al pronto intervento di  uno dei titolari dell’esercizio commerciale e alla prontezza della cassiera che ha chiuso immediatamente il cassetto della cassa invede di aprirlo. Sul posto è giunta una pattuglia dei carabinieri e il Sindaco Armando Sanna che si è voluto sincerare personalmente dell’accaduto.

Fiamme sulle alture tra Nervi e Sant’Ilario. Proclamato lo stato di grave pericolosità su tutta la Liguria 

Un incendio pericolosissimo è divampato sulle alture tra Nervi e Sant’Ilario. Al momento sono diciannove le famiglie evacuate. L’Aurelia e l’autostrada sono bloccate, sulla zona sono in azione due Canadair giunti da Roma. Su tutta la Liguria è stato proclamato lo stato di grave pericolosità che prevede il divieto di accendere qualsiasi tipo di fuoco, sia pirotecnico, sia per l’abbruciamento di materiale vegetale e anche il divieto di mettere in funzione apparecchi elettrici come motoseghe. La decisione è stata assunta a seguito delle condizioni di particolare secchezza del terreno e della vegetazione e per le condizioni climatiche che tendono a favorire l’insorgere di incendi boschivi.

A tutti i nostri concittadini raccomandiamo di prestare la dovuta attenzione a queste indicazioni.

I DOLCI DI PRETI SONO TORNATI!

*Flavio Poggi intervista Cristina Trucco 

Beh, a dire il vero non se ne sono neanche mai andati. Vero è, però, che si è andati ancora una volta vicino a vederli sparire, come già almeno un’altra in passato, visto il fallimento dell’azienda avvenuto nel 2014.

Per dirla tutta”, come ci spiega Cristina Trucco, nostra concittadina di S. Olcese Chiesa, dipendente dell’azienda e una fra le principali artefici del suo salvataggio, “il vero rischio non è neanche stato quello di vedere sparire marchio e prodotti di Preti dagli scaffali di negozi e supermercati, quanto piuttosto che qualche altra azienda dolciaria “foresta” ne potesse acquisire diritti e brevetti (fra i quali quello dell’inimitabile “Sacripante”) per poi produrre tutto altrove. Addio, quindi, ad una importante realtà produttiva sul territorio del Comune con i relativi posti di lavoro, circa 20, la gran parte dei quali di nostri concittadini”.

Fortunatamente, la Preti 1851 s.r.l., una delle due società nate dalle ceneri del fallimento del 2014, con l’appoggio di una società finanziaria, sono riuscite a riappropriarsi dell’azienda, il cui Consiglio di Amministrazione è oggi in gran parte al femminile, fra cui Angela Gargani, amministratore di Preti 1851 e, per l’appunto, la “nostra” Cristina. Questo salvataggio, oltre a garantire la continuità di produzione delle prelibatezze a marchio Preti, nato nel 1851 da una storica pasticceria di Piazza Portello, soprattutto salvaguarda i posti di lavoro e la permanenza della produzione nel nostro Comune.

Cristina ci racconta: “Il rilancio dell’azienda non può che partire dalle sue solide basi rappresentate dai suoi prodotti più apprezzati, dal famoso Sacripante, ai biscotti del Lagaccio, i canestrelli ed il pandolce. Si punterà molto sulle materie prime certificate e di alta qualità, abbandonando, ad esempio, l’olio di palma. Saranno, inoltre, lanciate linee di nuovi prodotti, per seguire le nuove tendenze dell’alimentazione ed accontentare nuove fasce di consumatori. Stiamo, ad esempio, elaborando una linea di prodotti vegani e senza zucchero e perché no? È anche allo studio una versione estiva del Sacripante” …e noi lo aspettiamo con l’acquolina in bocca!

I dolci di Preti e, in particolare, il Sacripante, assieme al Salame, al Trenino ed a Villa Serra sono le 4 Meraviglie di Sant’Olcese. Sono i quattro “brand” che rendono il nostro Comune davvero unico ed esportabile anche al di fuori dai confini nazionali. Siamo davvero felici che per Preti il 2016 rappresenti l’anno della rinascita, così come lo è stato per il Trenino. Ora non ci resta che sperare che la capacità, l’impegno e l’entusiasmo del nuovo Consiglio di Amministrazione riescano a far diventare il 2017 l’anno del rilancio definitivo.

Invitiamo, quindi, tutti coloro che ci leggono a sostenere le realtà produttive del nostro territorio consumando, regalando e pubblicizzando con amici e parenti i loro prodotti perchè, oltre ad essere ottimi, fanno parte della nostra identità territoriale.

*Flavio Poggi è Consigliere Comunale per il Comitato Indipendente per Sant’Olcese;  Cristina Trucco fa parte del Consiglio di Amministrazione della Preti 1851.

Al via i LABORATORI TEATRALI per adulti a LiberaLaMente

Un’altra splendida opportunità di crescita portata sul nostro territorio da Liberalamente.

LiberaLaMente

 Progetto “Teatro di Crescita”

IL MONOLOGO DELLA NOSTRA VITA

di Ivano Malcotti

doors

A partire dal 6 Febbraio, tutti i lunedìdalle 20.30 alle 22.30, si svolgeranno nella nostra sede di Villa Cambiaso a Manesseno/Genova dei Laboratori Teatrali per adulti (a partire dai 18 anni).

Il Progetto “Teatro di Crescita” – IL MONOLOGO DELLA NOSTRA VITA di Ivano Malcotti è finalizzato al potenziamento della creatività e della capacità espressiva delle persone e per partecipare il requisito necessario è costituito dalla motivazione e dalla disponibilità a “mettere in gioco” competenze, abilità, sentimenti ed emozioni.

Ivano Malcotti è poeta, regista, autore teatrale e paroliere. Fa parte dello staff di Philos, Accademia Pedagogica e Accademia italiana Coaching Integrato. Ha collaborato con la ivano-malcottiFondazione Di Vittorio, Fondazione Enrico Mattei, Associazione Culturale Fonopoli di Renato Zero. E’ Direttore Artistico della Associazione culturale Gruppo Città di Genova e tra i fondatori del Centro Studi Eielson. Ha…

View original post 480 altre parole

Manesseno, travolto un motociclista: segnaletica dell’incrocio con la nuova provinciale da rivedere?

Un mezzo di servizio della Polizia Penitenziaria ha travolto un motociclista alle 12,00 di quest mattina all’incrocio tra la nuova provinciale-la strada dei capannoni- e il vecchio ponte di Manesseno. Gli agenti hanno immediatamente soccorso la persona alla guida dello scooter, ma si è reso necessario, comunque, l’intervento della Croce d’Oro di Manesseno. Sul posto anche la Polizia Municipale di Sant’Olcese.

Chi percorre la provinciale in direzione Bolzaneto, trova naturale non dare la precedenza ai veicoli che transitano da e per le strade interne di Manesseno, ma invece dovrebbe fermarsi allo STOP. Forse è il caso di ripensare, se non le regole di precedenza, almeno la segnaletica.