Villa Serra, luci e ombre

img_0988-1

Da troppo tempo in Villa Serra le cose non vanno come dovrebbero, e non parliamo – sia chiaro- della disgrazia di qualche mese fa.

Vediamo parecchia incuria, il retro palco è diventato una discarica a cielo aperto, sedie arugginite sono abbandonate riverse sul prato antistante e costituiscono un pericolo per i bambini che ci giocano intorno.

Il 25 aprile – appena in tempo per la ripresa della stagione – il chiosco ha ripreso a funzionare, fortunatamente.  Sei mesi fa era stato prorogato il bando di gara per il suo affidamento, sintomo non di un disinteresse da parte degli imprenditori ma, molto probabilmente, di oneri di concessione da versare al consorzio troppo alti. “Difficile starci dentro” ha commentato, conti alla mano, uno dei tanti gestori che avrebbe voluto partecipare alla gara e al quale abbiamo chiesto un parere. 

La pizzeria, che quando era aperta registrava regolarmente il tutto esaurito, quest’anno ancora non è stata assegnata, probabilmente per le stesse motivazioni. A titolo indicativo per tutto il 2017 il vecchio gestore del chiosco ha pagato per l’affitto 15.250,00 euro, mentre per tenere aperta la pizzeria da marzo ad ottobre dello stesso anno ha versato nelle casse del parco 4.880,00 euro.

 La vocazione a fare cassa emerge con chiarezza  anche se ci si concentra sulla programmazione degli eventi estivi proposti da qualche anno a questa parte. Completamente assenti, o rarissimi, balletti, spettacoli teatrali, musica jazz e sinfonica che lasciano invece il posto a manifestazioni più commerciali e rumorose che mal si inseriscono nella cornice del parco storico, arrecando disturbo al vicinato  e agli animali della tenuta, ma rimpinguano a dovere le casse dell’ente. 

Sullo sfondo un cambio al vertice che ci lascia perplessi. Michele Casissa, storico presidente del Consorzio Villa Serra, da dicembre dell’anno scorso, all’età di 75 anni, ha deciso di fare un passo indietro.

img_1065-2
Per la sua sostituzione si era ipotizzato in un primo momento il nome di Umberto Lo Grasso, nove mesi per firme false comminati dal Tribunale di Genova a febbraio del 2015, sentenza poi annullata in appello, e la storia non proprio edificante delle primarie del PD nel seggio di Certosa al quale affluirono in massa riesini suoi compaesani mentre lui soggiornava nei pressi. Visti i comprensibili mal di pancia si è pensato allora a Giulio Torti, storico ed indimenticato Sindaco di Sant’Olcese, che alla veneranda età di 78 anni prenderebbe in mano le sorti del parco.

Tanti Auguri.

Claudio Di Tursi

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Villa Serra, luci e ombre

  1. Buongiorno signor Di Tursi, in riferimento al Suo articolo “Villa Serra luci ed ombre”, la presente per evidenziare che, per correttezza di informazione, sarebbe stato opportuno attingere le notizie alle fonti di origini e, se Lei l’avesse fatto, in qualità di Direttore amministrativo di Villa Serra, Le avrei fornito tutti i chiarimenti e le informazioni riguardo il bando per la gestione del chiosco bar di Villa Serra.
    Il bando per la concessione del chiosco bar di Villa Serra prevedeva un canone annuo, a base d’appalto (anche a ribasso), per l’affitto di ramo d’azienda di € 12.500,00. Si deduce che chiunque avesse voluto partecipare avrebbe potuto fare i propri “conti alla mano” ed avanzare una propria proposta.
    Per quanto attiene al retro del palco, come può ben immaginare, non è una zona aperta al pubblico e in considerazione che occorre dare priorità, dopo una stagione piovosa che non ha consentito di intervenire come si avrebbe voluto, a zone aperte al pubblico, al fine di rendere il parco sempre più fruibile. (vedi zona voliera, con il recupero della vecchia pavimentazione in acciottolato o l’area antistante all’accesso dell’area giochi o l’abbattimento delle barriere architettoniche per l’accesso all’area pic-nic).
    Tutto questo, nonostante drammaticamente traumatizzati dall’incidente del mese di gennaio che ha destabilizzato tutto il personale e gli amministratori di Villa Serra e che, anche se a regime ridotto e in una situazione precaria, ha dato il massimo per assicurare al meglio i servizi offerti all’utenza.
    Ritengo che uno scambio di informazioni tra i soggetti interessati dai fatti possa essere da stimolo a una corretta informazione e, perché no, a migliorare i servizi per i cittadini.
    Distinti saluti.
    Il direttore Amministrativo
    Antonio Talamo

    • Egregio Signor Talamo,
      Grazie per avere voluto rispondere al nostro post su Villa Serra, una risposta che ci porta a fare alcune precisazioni.
      1) la zona antistante al parco è perfettamente accessibile a chiunque e fino a ieri non era delimitata da alcuna barriera o divieto, lo stesso si può dire del retropalco.
      2) la base per l’appalto del chiosco di 12.500,00 euro è altissima, chi per gestire il chiosco è costretto pagare un affitto così alto deve rifarsi necessariamente sul cliente diminuendo la qualità del servizio o aumentando il prezzo delle derrate. Un cliente che per prendere un caffè al parco paga anche 3 euro di ingresso. Che la pizzeria non sia ancora stata presa in gestione, nonostante negli anni scorsi sia stata presa d’assalto dalla clientela, dimostra quanto i vostri affitti siano esosi, cosa che può verificare chiunque collegandosi all’area trasparenza del vostro sito:

      http://www.halleyweb.com/cvserra/zf/index.php/trasparenza/index/index/categoria/123

      3) L’articolo, come sicuramente avrà notato, è corredato, in apertura e chiusura, di immagini che mettono in risalto la bellezza del parco che lei dirige con una competenza che non è nostra intenzione mettere in discussione.

      Abbiamo voluto soffermarci su singoli aspetti della gestione che non ci trovano d’accordo e lo abbiamo fatto, come è nostro costume, in maniera pubblica. I nostri rilievi riguardano una visione della gestione eccessivamente affaristica. Potete accoglierli o meno, ne avete facoltà. Di certo noi non smetteremo di interessarci al problema.

      Claudio Di Tursi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.