BUONA LA CROSTATA. QUELLA DELL’ACR ANCOR DI PIÙ

I ragazzi dell’ACR di Manesseno hanno prodotto delle ottime crostate di autofinanziamento.

Le torte saranno in vendita domenico 8 aprile dopo la messa delle 11,00, sabato 14 aprile dopo la messa delle 18,00 e domenica 15 aprile dopo la messa delle 11,00.

Aiutare i ragazzi dell’ACR significa promuovere la crescita dei nostri ragazzi in un ambiente saturo di buoni principi morali e sociali.

Annunci

Corsi di Judo, ginnastica e autodifesa femminile al palazzetto dello sport


Vorremo segnalare a tutte le lettrici di Sant’Olcese il corso di autodifesa. È l’occasione buona per tenersi in forma e apprendere qualche tecnica in grado scoraggiare i malintenzionati.

Per ingrandire la locandina cliccateci su.

Domenica andiamo a guardarli negli occhi 

 

C’è qualcosa di particolare negli occhi di un volontario della Pubblica Assistenza. C’è la sicurezza di chi saprebbe come tirarti fuori da un arresto cardiaco, di chi con una manovra Heimlich riuscirebbe a farti sputare fuori il boccone che ti sta soffocando e magari con una cintura stretta nel punto giusto riuscirebbe ad evitarti il dissanguamento in seguito ad una ferita.

Negli occhi di un volontario c’è la fierezza di chi tante volte ha vinto la sfida contro il destino, la consapevolezza di quanto sia importante un secondo. Ma c’è anche il dolore per quelli che nonostante il suo aiuto non ce l’hanno fatta e l’amarezza di chi sa che il lieto fine è garantito solo nei film.

Domenica 23 luglio, in piazza Matteotti, volontari della Croce d’Oro di Manesseno celebrano i quarant’anni dalla fondazione. 
Andiamo a guardarli negli occhi.

Claudio Di Tursi


ASD FUTURA: Il Basket per i ragazzi di Sant’Olcese!


Sara Gadaleta, tra i fondatori dell’ASD Futura ci tiene a farlo sapere: anche i ragazzi di Sant’Olcese possono essere avviati al Basket. 

Sono tre le possibilità per chi vuole avvicinarsi a questo sport dinamico e responsabilizzante: allenarsi a Pedemonte, alla Crocera di Cornigliano o a Largo Figoi. 

Conosco Sara da qualche tempo, è una santolcesina doc di cui mi hanno colpito fin da subito la solarità e l’entusiasmo che mette nelle cose che fa. Con lei ed i preparatissimi allenatori di ASD Futura i vostri ragazzi si troveranno molto bene. 

Trovate riferimenti ed informazioni su questo sito:

http://www.futuragenova.it

Il Basket è uno sport dove sono importanti la rapidità, la precisione nell’esecuzione e, soprattutto, il sentirsi parte di un collettivo con un proprio ruolo e le proprie responsabilità. Un po’ come nella vita.

Claudio Di Tursi

I COMPUTER TORNANO IN VITA CON I RAGAZZI DI RI-GENERAZIONE

Un progetto delle Cooperative La Cruna, Agorà e Cisef per il bando della Compagnia di San Paolo “Stiamo tutti bene: educare bene, crescere meglio“.
Giovedì 30 marzo alle ore 15.30 prima consegna di computer riportati a funzionare nell’ambito del progetto Ri-Generazione finanziato con il bando della Compagnia di San Paolo “Stiamo tutti bene” e destinato a ragazzi tra gli 11 e i 14 anni dell’alta Val Polcevera: i giovani coinvolti hanno donato i computer che hanno riportato “in vita” alla scuola Ada Negri di Sant’Olcese dove saranno utilizzati per diverse attività, prevalentemente con alunni che necessitano di sostegno. 

Oltre ai partecipanti al progetto ed i loro genitori, erano presenti il dirigente scolastico Ferrari Guido e gli assessori dei tre Comuni coinvolti Gabriele Taddeo, Serena Di Cecio e Gigliola Bruzzo.

I ragazzi che frequentano le scuole di Serra Riccò, Sant’Olcese e Mignanego (e Genova in alcuni casi) stanno partecipando da febbraio ai laboratori organizzati nell’impianto di stoccaggio e avvio al riutilizzo di rifiuti tecnologici gestito dalla Cooperativa Sociale La Cruna a Rivarolo. Seguiti dagli educatori di Cisef e Agorà imparano dai professori e da alcuni studenti che svolgono l’alternanza scuola-lavoro dell’IPSIA ODERO come riassemblare un pc a partire da componenti di scarto; insieme ad una studentessa del DIBRIS installano browser e programmi open-source e infine con gli esperti della Scuola di Robotica usano il computer e il programma Scratch per fare muovere e interagire robot creati con altri componenti di scarto.

Un progetto a tutto tondo insomma che affronta il tema della prevenzione della dispersione scolastica con metodi formativi nuovi, avvicina i ragazzi in modo concreto al mondo del lavoro, li sensibilizza ai problemi di salvaguardia dell’ambiente e trasmette loro l’importante concetto che una oggetto rotto può essere riparato e può tornare ad essere utile. 

La possibilità di recuperare materiali, ridare loro forma e renderli di nuovo utili può infatti restituire ai ragazzi la consapevolezza di “poter fare” e di avere in sé delle risorse, attivando una ricaduta in termini di cittadinanza attiva e restituendo loro un riconoscimento sociale.

Per realizzare questa idea ci sono voluti gli sforzi congiunti di tanti enti di diversi ambiti: l’idea del progetto e il coordinamento della formazione è a cura della Cooperativa La Cruna con IPSIA Odero, Dibris e Scuola di Robotica; il coordinamento dei ragazzi e delle scuole è seguito dalla Cooperativa Cisef, gli educatori sono della Cooperativa Cisef e del Consorzio Agorà; i ragazzi provengono dalle scuole dell’Istituto Comprensivo Serra Riccò e dell’Istituto comprensivo Teglia e i comuni di Sant’Olcese, Mignanego e Serra Riccò collaborano attivamente mettendo a disposizione risorse come il pulmino 9 posti che viene utilizzato per l’accompagnamento gratuito dei ragazzi coinvolti. 

Il progetto coinvolge circa 30 ragazzi e le loro famiglie, da febbraio a giugno saranno effettuate 63 ore di formazione e sarà attivato anche uno sportello di counseling a disposizione gratuita delle famiglie.

Bisognerebbe restare bambini


Di Elena Viola*

In casa mia si dice che spesso e lezioni più grandi le impartiscono i piccoli. Ed in effetti i piccoli atleti della pallamano santolcesina ci hanno dato una magistrale lezione di dignità, civiltà e orgoglio. Con eleganza, determinazione ed estrema naturalezza … come solo i bambini sanno fare. Messi davanti al bivio – giocare senza le compagne di squadra o non giocare affatto – i bambini hanno scelto in modo unanime e compatto di non disputare la partita in programma domenica e neppure le successive partite di campionato. O tutti o nessuno. Non ci sono storie. Sono una squadra e come tale si sono comportati. 

Se mai avessimo avuto bisogno di conferme circa il valore e la bontà del progetto educativo portato avanti dall’allenatore, la risposta che è venuta ieri sera non può che renderci orgogliosi dei nostri atleti e grati di cuore al nostro Mister.

Personalmente non sono in grado di dare giudizi sulle scelte della Federazione e nemmeno desidero farlo. Nelle sedi adatte ci sarà modo di riflettere e ragionare sulle decisioni assunte.

Nel mio piccolo desidero ringraziare la Polisportiva nella persona del Presidente che ha fortemente appoggiato la coraggiosa decisione dei nostri atleti e ancora una volta i campioncini della pallamano di Sant’Olcese per aver mostrato a noi tutti il vero significato della parola squadra. 

*Elena Viola è Capogruppo in Consiglio Comunale per il Comitato Indipendente per Sant’Olcese.

Halloween 2016 a Manesseno: per stasera è tutto pronto!

A Manesseno se non sono matti così non li vogliamo!


Alla Società di Mutuo Soccorso, si inizieranno a sfornare deliziosi panini caldi già dalle 18,00; alle 18,45 Organizer Vella predisporrà le squadre di piccoli filibustieri a caccia di caramelle. Alle 21,00 si parte con la disco per grandi e piccini ed a seguire la nomina del Re dei Mostri!

Al Centro Socio Ricreativo di Manesseno PRE-Halloween dalle 16,45 alle 18,45.

Non mancate che porta malissimo (a meno che non restiate a casa per consegnare fiumi di dolcetti ai piccoli mostri che busseranno all’uscio)!