L’opposizione non piace neppure al Presidente

Finalmente una buona notizia: il presidente del consiglio scende in silenzio stampa…oops mi sa che sia anch’io caduto nell’errore del nostro portavoce: ho forse insultato il presidente del Consiglio Comunale!

…Eppure grandi parolacce non le ho trovate, rileggendo I post pubblicati sulla “Pelledellorso” a meno che giudizi politici sull’operato del Presidente tipo “inadeguato” o “deve dimettersi” lo siano: pensate allo stadio quando l’arbitro non vede un fallo in area e i tifosi inveiscono con insulti tipo “arbitro inadeguato” o “si prenda le sue responsabilità!”.

Invece da 3 anni sentirsi dire di non capire niente, di essere gli ultimi arrivati, di prepararci meglio, di rompere le scatole, di strumentalizzare qualsiasi cosa etc. sono forse degli apprezzamenti nei nostri confronti?

Ma per tornare al nostro Presidente che rimarca il diritto di libertà di parola sul suo blog, che pubblica la memoria difensiva dell’avv. Repetti contenente una serie impressionante di invenzioni, che rimarca che le spese processuali derivanti dall’ennesimo errore commesso e sostenuto da giunta e consiglieri saranno sostenute da noi cittadini, che dice di appartene al “PD” , un “PD” che del PD “vero” non ha proprio nulla a che fare visti i modi con cui vengono trattati cittadini non compiacenti, i dipendenti e i consiglieri di minoranza che non portano caramelle e torte in consiglio, penso proprio che, oltre a “non rispondere agli insulti non urlati”, un pensierino a lasciare il posto a qualche altro consigliere politicamente più predisposto sarebbe saggio farlo.

Con questo voglio solo stigmatizzare il comportamento di una carica ufficiale dell’amministrazione pubblica del nostro comune che probabilmente è spinta o costretta a tenere un certo atteggiamento per screditare chiunque possa minare un “impero” costruito in 40 anni di egemonia.

Niente di personale contro Enrico che fuori dell’ambito politico gode della mia massima stima.

Giorgio Bruzzone

Annunci