Sant’Olcese: in arrivo fondi per i danni causati dal dissesto idrogeologico 


ANSA:

 Le aziende edili liguri e la manodopera locale saranno favorite nella gare d’appalto da circa 50 milioni di euro previsti per i prossimi due anni in Liguria contro il dissesto idrogeologico. E’ il risultato dell’intesa firmata stamani a Genova dall’assessore regionale alla Difesa del suolo Giacomo Giampedrone con sindacati, associazioni di categoria e ordini professionali. Ammontano a 25 milioni di euro di fondi Por Fesr e 22 milioni del Fondo di solidarietà per l’alluvione 2014 gli investimenti pronti a partire nei prossimi mesi per la messa in sicurezza del territorio. Risorse destinate a lavori da compiere nei Comuni di Montoggio, Sant’Olcese, Noli, Ortonovo, Rapallo e La Spezia. I sindacati stimano che potrebbero portare oltre un centinaio di assunzioni. “Attraverso l’accordo – ha detto Giampedrone – la Regione Liguria si impegna a fare in modo che i Comuni beneficiari dei contributi osservino le linee guida individuate per l’aggiudicazione dei bandi valorizzando gli elementi qualitativi”.

ATP: È IL FALLIMENTO L’UNICA SPERANZA?

Ieri, domenica 18 giugno, una banda di giovinastri adolescenti – tra cui il mio primogenito- ha pensato bene trascorrere la prima giornata di sballo presso le piscine di Casella. Le autorità locali di Pubblica Sicurezza erano state avvertite per tempo, così tutto è andato per il meglio. Mezzo di trasporto prescelto, naturalmente, il trenino; punto di ritrovo all’andata, e di smistamento al ritorno, la stazione di Vicomorasso. 

Il trenino la domenica fa otto corse all’andata verso Casella e sette al ritorno verso Manin: non c’è da scialare ma neanche da lamentarsi troppo. I ragazzi sono partiti alle 9 e 35 – le piscine aprono alle 10,00- ed erano di ritorno alle 19 e 40, più dieci ore di casini inenarrabili, roba da picchiarli al rientro a prescindere. 
Mentre, intorno alle 19,30, salivo con la macchina verso Vicomorasso per andarli a riprendere, ho incrociato il bus ATP che scendeva da Sant’Olcese diretto a Bolzaneto per la sua TERZA ED ULTIMA corsa della giornata. 
Ecco, è qui che vi volevo portare. Il Comune versa ad ATP ben 40.000 (quarantamila) euro all’anno: non solo le corse che coprono l’intero percorso da Sant’olcese a Bolzaneto nelle giornate festive sono solo tre all’andata e tre al ritorno, un numero irrisorio, una vera e propria presa in giro, ma non sono nemmeno integrate con il servizio ferroviario.  
Delle tre ridicole corse a scendere neanche una ha una coincidenza decente con gli orari del Trenino alla stazione di Vicomorasso che, per la sua posizione, è la più indicata per l’interscambio treno/linea extraurbana.
Se arrivi col trenino a Vicomorasso alle 8,02, e da lì vuoi proseguire con la corriera verso Bolzaneto, devi aspettare trenta minuti il mezzo che parte alle 8,25 da sant’Olcese chiesa; se prendi la corsa del trenino che arriva alle 10,57 aspetti fino alle 11,30; se arrivi alle 19,40 sei fottuto perché la corriera è passata dieci minuti prima e ti chiami un taxi -che tanto devono lavorare anche loro- oppure prendi il treno prima, quello che arriva alle 18,18 e te ne stai ad aspettare quasi un ora e un quarto. 

A salire la situazione da ridicola diventa tragica.
Uno sventurato che volesse partire da Bolzaneto con ATP e arrivare a Casella via trenino si troverebbe a compiere un’impresa titanica. 

Il primo dei tre bus utili parte da Bolzaneto alle 7,48 ed arriva a Vicomorasso intorno alle 8,15: il trenino passa alle 9,35 aspetti un’ora e venti in un posto dove non c’è assolutamente nulla se non la fermata del bus e quella del treno. Portati da leggere.

A Casella, però, si mangia anche bene. Partendo con lauto anticipo da Bolzaneto alle 10,48 arrivi a Vicomorasso alle 11,15. Il Trenino è passato alle 10,57 e…niente, l’hai perso. Aspetti solo un’ora e 18 minuti fino alle 12,33- intanto si stimola l’appetito- e sei a Casella all’una e tre minuti: non male.

Forse con la cena ed il pernotto a Casella va meglio, vediamo. Prendi il bus a Bolzaneto alle 18,53 – la tua terza ed ultima possibilità- arrivi a Vicomorasso alle 19,20, aspetti “solo” venti minuti fino alle 19,40 e sei a Casella paese alle 19,55: perfetto, un ora e due minuti sono un tempo accettabile per una tratta del genere e l’orario per la cena è indicato. Poi, però, rimani a Casella a dormire perché l’ultimo treno del ritorno è partito alle 19,10 e l’ultima corriera alle 19,25. 
Ditemi, ora, a cosa servono i continui richiami a non usare il mezzo privato quando si fa di tutto per scoraggiare l’uso del mezzo pubblico, non lavorando con un po’ di intelligenza ad una cosa essenziale come le coincidenze. E ditemi anche se vi sembra questa la maniera migliore per incoraggiare il turismo nell’entroterra sfruttando un mezzo dal richiamo formidabile come il Trenino.
Claudio Di Tursi

COMUNICATO DELLA GUARDIA ANTINCENDI BOSCHIVI DI SANT’OLCESE 

Guardia Antincendi Sant’Olcese

ATTENZIONE!!!DICHIARATO LO STATO DI GRAVE PERICOLOSITÀ PER INCENDI BOSCHIVI PER LE PROVINCE DI GENOVA, SAVONA ED IMPERIA

Viene emanato oggi 16/06/2017 il decreto con il quale il la Regione Liguria decreta lo STATO DI GRAVE PERICOLOSITÀ PER GLI INCENDI BOSCHIVI su tutto il territorio regionale.

Da questo momento è vietato accendere qualsiasi tipo di fuoco che possa cagionare un incendio boschivo come fuochi di pulizia, barbecue, fuochi di artificio ( tranne le deroghe assunte sotto la responsabilità del Sindaco), accensione di apparecchiature elettriche e a scoppio, ecc.
La decisione è stata assunta a seguito delle condizioni di particolare secchezza del terreno e della vegetazionei. La Regione Liguria comunicherà la cessazione dello stato di grave pericolosità non appena le condizioni meteo lo consentiranno.
PRESTARE MASSIMA ATTENZIONE E RISPETTARE LE DIRETTIVE

La Guardia Antincendi e la maledizione del Primo Maggio.

C’è stato un tempo in cui le cose andavano diversamente. Qualcuno lo ricorda ancora. Erano tempi felici, quelli prima della maledizione. I ragazzi della Guardia Antincendi qualche giorno prima facevano la spesa, un sacco di leccornie, cucinavano il tutto condendolo con amore e perizia ed il Primo Maggio tutti accorrevano in Ciaé per la grande festa. Era un piacere mangiare cose buone in compagnia sapendo di aiutare la prestigiosa Guardia. 

Poi le cose iniziarono a cambiare, ad ogni Primo Maggio il cielo si rannuvolava ed iniziava a piovere a dirotto. Oggi è ancora così, ma la Guardia è palestra d’ardimento contro la sfiga ed ogni anno ripropone la festa dopo un mesetto. Così domenica 11 giugno, al grido 

Dopo la tempesta, ritentiamo la Festa!

Gli amici della Guardia Antincendi ci riprovano, e questa volta, ci potete giurare, sarà un successo!

Una Notte davvero Magica!


Ad un certo punto il Sindaco ha abbracciato la First Lady ed insieme, il naso all’insù, si sono messi a contemplare i fuochi d’artificio. Indietro di un passo l’Assessore al Bilancio tra il serio ed il faceto si chiedeva quanto sarebbero costati. Tutto intorno una folla di santolcesini che ad ogni figura di luce che si disegnava in cielo faceva “ooohh…” e batteva le mani. 

Finisce in bellezza, con questa nota scherzosamente gossippara e mondana, una serata davvero magica.

Le bellissime ragazze del Circolo ANSPI hanno preparato i dolci

La Proloco ha organizzato tutto alla perfezione, le associazioni ed i negozianti hanno dato il massimo. La gente ha ancora una volta mostrato di amare questo genere d’iniziative. Qualcuno è arrivato addirittura dai paesi vicini. 

Davanti ai bar aperti ed ai punti di ristoro tanti giovani, un po’ di tutte le leve, ascoltavano i musicisti di strada. 

La Croce d’Oro di Manesseno ha messo a disposizione i suoi militi, il comune i vigili urbani. 

Una bella festa, insomma. Una festa che questo paese, i suoi cittadini, le sue associazioni ed i suoi amministratori sicuramente si meritano.

ASD FUTURA: Il Basket per i ragazzi di Sant’Olcese!


Sara Gadaleta, tra i fondatori dell’ASD Futura ci tiene a farlo sapere: anche i ragazzi di Sant’Olcese possono essere avviati al Basket. 

Sono tre le possibilità per chi vuole avvicinarsi a questo sport dinamico e responsabilizzante: allenarsi a Pedemonte, alla Crocera di Cornigliano o a Largo Figoi. 

Conosco Sara da qualche tempo, è una santolcesina doc di cui mi hanno colpito fin da subito la solarità e l’entusiasmo che mette nelle cose che fa. Con lei ed i preparatissimi allenatori di ASD Futura i vostri ragazzi si troveranno molto bene. 

Trovate riferimenti ed informazioni su questo sito:

http://www.futuragenova.it

Il Basket è uno sport dove sono importanti la rapidità, la precisione nell’esecuzione e, soprattutto, il sentirsi parte di un collettivo con un proprio ruolo e le proprie responsabilità. Un po’ come nella vita.

Claudio Di Tursi

23 aprile: una domenica all’insegna del Rugby 🏉 

La squadra degli under 18

Tutto è pronto per una grande giornata di rugby al campo di Santolcese. Domenica 23 in fatti saranno ben tre gli appuntamenti previsti; alle 9:30 inizieranno con il Festival del Rugby i piccoli dell’under12 che si misureranno con formazione provenienti da tutta la Liguria: Pro Recco, Savona, Imperia, Spezia e molte altre squadre. Proseguiranno alle 13 gli under18 che saranno opposti ai piemontesi del San Mauro, formazione dell’hinterland torinese. Infine sarà il momento della prima squadra in serie C1 che scenderà in campo con il Rivoli alle ore 15:30. Un test difficile per la squadra dei Lupi di Santolcese che affronta i primi del girone. In palio il primato in classifica e anche la voglia di dimostrare che la presenza nel girone salvezza sta stretta ai nostri ragazzi. Insomma grande giornata all’insegna dello sport che porterà sul territorio comunale numerosi appassionati della palla ovale che avranno anche la possibilità di assaggiare i prodotti a km zero del territorio.