Iscrizioni anno scolastico 2014/2015 – presentazione delle scuole

scuola_-_banchi

L’Istituto Comprensivo di Serra Riccò e Sant’Olcese ha definito il calendario di incontri di presentazione delle scuole in vista delle iscrizioni alle classi prime  dell’anno scolastico 2014/2015.

Per Sant’Olcese appuntamento presso la sede dell’Istituto (Scuola Ungaretti – Pedemonte) per la presentazione delle scuole primarie Matteotti e Di Vittorio venerdì 17/01/2014 alle ore 16.45; presentazione della scuola secondaria di I grado Negri lunedì 20/01/2014 alle ore 16.45 presso la scuola Negri. Nel corso degli incontri rappresentanti del Comune di Sant’Olcese presenteranno anche le modalità di iscrizione ai servizi Scuolabus e Mensa.

E per conoscere le scuole prima delle iscrizioni ecco gli appuntamenti  “Scuola aperta” a Sant’Olcese:

SCUOLA DATE ORARIO
Infanzia “Luzzati” Tutti i giovedì dal 9 gennaio al 6 febbraio 2014 Dalle 10.00 alle 11.30
Primaria “Matteotti” Giovedì 16 gennaio 2014 Dalle 8.30 alle 10.30
Venerdì 17 gennaio 2014 Dalle 14.30 alle 16.00
Primaria “Di Vittorio” Martedì 14 gennaio 2014

Martedì 21 gennaio 2014

Dalle 10.30 alle 12.00
Secondaria “Negri” Mercoledì 22 gennaio 2014

Mercoledì 29 gennaio 2014

Dalle 9.30 alle 11.00

 

Per maggiori dettagli e per gli appuntamenti nelle altre scuole dell’Istituto Comprensivo di Serra Riccò e Sant’Olcese, consulta il sito internet: http://www.icserraricco.it/

Annunci

IMPORTANTI Informazioni sulla scuola elementare Matteotti di Manesseno

20130919-120549.jpg

Come ricorderete, l‘intervento deciso e decisivo del Comitato nello scorso novembre (2012), ha portato ad un’ispezione del Vice Comandante del nucleo provinciale dei Vigili Del Fuoco presso la Scuola Elementare Matteotti di Manesseno. Da quell’evento sono scaturite una serie di importanti prescrizioni inerenti la sicurezza alle quali il comune è stato obbligato ad adempiere. Al momento risulta collegato l’impianto idraulico antincendio, l’impianto di rilevazioni incendi è funzionante, l’impianto elettrico è stato messo a norma e sono state installate porte tagliafuoco. La vecchia scala esterna è stata demolita ed al suo posto, entro un mese al massimo, ne verrà montata una antincendio nuova ed a norma. Completa questa fase, la struttura sarà nuovamente visitata dai vigili del fuoco che, se tutto sarà in regola, rilasceranno le certificazioni che permetteranno l’uso della struttura al massimo delle sue potenzialità. Fino a quel momento resteranno in vigore le misure dettate in occasione dell’ultima ispezione; in particolare:
– quando si pranza al primo piano si leva la corrente al piano terra;
– l’utilizzo dell’aula informatica è precluso ai gruppi.

Concludiamo dicendo che, a causa della demolizione della scala esterna, le insegnanti stanno modificando il piano di sicurezza.

In apertura la Matteotti com’è attualmente e sotto com’era poco prima degli interventi.

20130919-120100.jpg

La Festa di fine Anno della Matteotti ed i risultati della “Forestazione”

20130612-101659.jpgSimona Dieni, vulcanica organizzatrice delle attività JUNUA, è l’esempio vivente, danzante e saltante del fatto che l’innesto di persone, mentalità e competenze nuove, o per meglio dire “foreste”, nel “Paese dei Cugini”, non può che essere cosa buona. Simona era stata contattata dai genitori della Matteotti per organizzare un’attività motoria complementare al programma di ginnastica ufficiale; la Vulcanica ha proposto un pacchetto che comprendeva lo spettacolo di fine anno. L’adesione da parte dei genitori e delle maestre è stata entusiastica ed i risultati sono stati eclatanti.
È stata messa in scena una rivisitazione dell’Odissea particolarmente efficace dove i nostri ragazzi si sono alternati nella rappresentazione di alcuni “quadri” ispirati all’opera. Godetevi la gallery!

 

 

 

 

 

 

In partenza il pedibus: slacciate le cinture!

20130208-155621.jpg

Ieri, alla SMS l’Unione di Manesseno, l’Amministrazione Comunale ha presentato il Pedibus, un progetto che qualche mese fa noi del comitato abbiamo chiesto e che l’Assessore competente ha accettato di sviluppare.

Sul posto c’era la nostra Elisa Nicolini che, per l’occasione, si è improvvisata reporter. Ecco il suo racconto:

Il 7 febbraio si è svolto alla S.M.S. di Manesseno un incontro rivolto ai genitori per illustrare il servizio Pedibus, che il Comune ha intenzione di attivare in via sperimentale a partire dalla primavera. All’incontro erano presenti gli Assessori Belli e Pirgoli, il Preside Ferrari, il Comandante della Polizia Locale, le insegnanti Coppe e Brondi, la ASL 3 Genovese con la dott.ssa Ferrando e l’Op. Di Donato della Medicina preventiva. Erano presenti alcuni rappresentanti di classe e alcuni genitori. Non era presente ma comunque collabora all’iniziativa l’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Genova.

La decisione di far partire anche nel nostro comune il Pedibus è stata approvata dal Consiglio Comunale all’unanimità.

Che cos’è il Pedibus?

Il Pedibus è una carovana formata dagli studenti e dagli accompagnatori e funziona proprio come uno scuolabus: ha un capolinea, delle fermate, ecc. Accompagnatori possono essere genitori che si offrono come volontari, insegnanti e perché no anche l’assessore…

Perché il Pedibus?


    Sensibilizzare i bambini alla scelta di un mezzo di trasporto alternativo all’automobile

    Esperienza di socializzazione

    Riduzione dell’inquinamento legata al minor uso dell’automobile

    Educazione stradale (spunti per lavoro a scuola)

    Educazione alimentare (spunti per lavoro a scuola)

    Maggior movimento e più salute

Questionari

A scuola verranno distribuiti dei questionari sulle abitudini della famiglia e verificare l’interesse delle famiglie, le adesioni e la disponibilità di genitori accompagnatori. Poi verranno raccolti gli indirizzi dei bambini e verranno studiati i percorsi delle varie linee con l’aiuto di mappe.

Chi studia il percorso?

La ASL 3 Genovese dal 2010 studia i percorsi Pedibus per tutta la Regione Liguria. La collaborazione del Comune è importante per verificare se le strade sono sicure, se eventuali strade secondarie sono praticabili o se sono necessarie piccole modifiche.

Il Pedibus è riconoscibile?

All’inizio e alla fine del Pedibus è presente un genitore accompagnatore, i bambini indossano delle pettorine e dei cappellini, la fila è ben visibile e riconoscibile dalla popolazione, che così è portata a prestare maggior attenzione. Il genitore capofila ha un diario di bordo con l’elenco dei bambini, ecc.

Quale percorso verrà attivato?

Si attende di vedere la mappatura dei bambini aderenti, comunque verranno studiati percorsi per garantire la massima sicurezza dei bambini, sfruttando al meglio le strade interne.

Abito in via Poirè, posso fare domanda?

Certo, tutti possono fare domanda, la strada provinciale è quella che maggiormente preoccupa il comune per l’elevato traffico, comunque i percorsi verranno scelti valutando attentamente la sicurezza dei bambini.

Lo zaino pesa, come fare?

Con la collaborazione della scuola nelle giornate Pedibus i bambini avranno pochi libri e quaderni nello zaino, di conseguenza il servizio non verrà attivato il lunedì.

I bambini e gli accompagnatori sono assicurati?

I bambini sono già coperti dall’assicurazione scolastica, di solito le scuole in cui viene attivato il servizio Pedibus estendono la copertura assicurativa anche agli accompagnatori.

Lavoro e non riesco a partecipare.

Per molti genitori, invece il Pedibus può essere un valido aiuto, perché il bambino viene affidato al genitore accompagnatore qualche minuto prima dell’inizio della scuola e poi il genitore è libero di recarsi al lavoro. Può essere anche un’alternativa al Pre scuola, perché nei 15-20 minuti prima dell’inizio delle lezioni anziché stare a scuola i bambini possono camminare insieme ai loro compagni.

Per maggiori informazioni consulta il sito: http://www.pedibusliguria.net/

Riunione del 24 novembre sulla sicurezza della scuola Matteotti: Il Resoconto del nostro Capogruppo

20121125-143000.jpg

Nella mia veste di capogruppo, ma anche in quella di padre di due alunni della Matteotti, ho partecipato alla riunione indetta per la sicurezza della scuola dove ho avuto il piacere di conoscere il Vice Comandante dei Viglili del Fuoco Gissi e il responsabile della prevenzione incendi Bonavita.
Gissi ha sostanzialmente detto che succesivamente alla loro visita da lui stesso effettuata (la seconda per intenderci) per quanto concerne il rischio incendi, ha dato una serie di disposizioni al fine di rendere fruibile ogni piano della scuola (spegnere l’impianto di illumnazione degli altri piani durante il servizio mensa ed altre) oltre ad alcune opere che sono in fase di esecuzione ed altri lavori che dovranno essere fatti per mettere a norma la scuola.
Gissi ha poi aggiunto che molte scuole genovesi sono nella nostra stessa situazione e che quando i Vigili del Fuoco intervengono danno delle disposizioni ben precise perchè la legge volente o nolente è chiara.
Nelle serie di interventi è obbligo da parte loro la denucia alle autorità competenti del Sindaco per la non avventua SCIA per quanto rigurda la messa a norma della scuola.
Il Sindaco ha detto che potrebbe chiudere la scuola (come ha fatto il sindaco di Campobasso) ma che probabilmente non lo farà.
Per quanto riguarda il verbale della prima ispezione, Gissi si è preso personalmente la colpa anche se l’autore materiale del verbale è un altro. Gli errori sul primo verbale sono stati sostanzialmente 3: il primo di non averlo redatto al momento della visita, il secondo di non averlo fatto firmare dalla controparte, il terzo di aver cancellato le prescrizioni che riguardavano il secondo piano.
A proposito di dette cancellature, noi del Comitato, abbiamo si evidenziato il fatto che ci sembrava anomalo sia nella forma che nel modo differente delle cancellature dei due verbali in possesso sia dei Vigili del Fuoco che del comune, ma non abbiamo accusato nessuno in quanto non abituati a pronunciare sentenze senza aver prove inconfutabili.
Verba volant scipta manent.

Danilo Pestrarino
Capogruppo in Consiglio Comunale per il Comitato Indipendente per Sant’Olcese

Scuola Matteotti: i lavori per la messa in sicurezza procedono!

i lavori di adeguamento dell’impianto idrico antincendio

La foto mostra lo scavo che è stato fatto per collegare l’impianto idrico antincendio dalla scuola elementare alla rete. E’ il primo frutto tangibile della seconda visita dei vigili del fuoco, avvenuta pochi giorni fa a seguito della manomissione del verbale della visita precedente nel punto in cui si disponeva la chiusura del secondo piano, quello adibito a refettorio.

E’ la dimostrazione che quando ci si occupa della cosa pubblica, quando non si da niente per scontato e si chiedono sempre i necessari riscontri, le cose vanno per il verso giusto; a costo di essere considerati antipatici, a costo di dover mostrare di possedere un po’ di carattere. LA SICUREZZA DELLE SCUOLE DEVE DIVENTARE PRIORITA’ ASSOLUTA PER I NOSTRI AMMINISTRATORI. I fondi necessari si ricavino dal pozzo senza fondo della casa comunale e dalle assurde spese in consulenze tecnico legali.

Claudio Di Tursi

Per il prossimo anno scolastico meno freddo alla Matteotti

20120313-075320.jpg

di Alessandra Pesce*
A seguito della protesta, dei genitori degli alunni della scuola Matteotti a causa delle troppo basse temperature rilevate in particolare nella classe 2° A e nella mensa scolastica, durante il periodo di freddo “siberiano”, finalmente una buona notizia!
Eh sì, la settimana scorsa, si è avuta la conferma che la Giunta Comunale ha approvato la proposta, pensata dall’arch. Bertoro responsabile dei Lavori Pubblici, di dotare la mensa di due termoconvettori, che diffondano il calore in maniera più efficace. In questo modo gli elementi, praticamente nuovi, che verranno tolti dalla mensa, saranno spostati nell’aula che ha registrato la temperatura più bassa (13.5°), che attualmente risulta avere dei caloriferi non perfettamente funzionanti . I lavori verranno effettuati durante l’estate.
Naturalmente se si verificasse un’altra emergenza freddo, come quello di quest’anno, occorrerebbe anche, come poi è stato fatto, lasciare il riscaldamento acceso, a pieno regime effettivo, durante la notte e il week-end !

Scrivere l’epilogo della vicenda era, da parte mia, doveroso nei confronti di tutti quei genitori che si sono interessati alla faccenda. E’ vero non si tratta di grossi lavori, di cui la nostra scuola avrebbe bisogno, ma l’apertura che c’è stata da parte del Sindaco e degli addetti al lavoro, è stata costruttiva, quindi apprezzabile.
Qualunque iniziativa venga presa a beneficio della comunità, in particolare per i bambini, va sempre promossa e sostenuta!
*Alessandra Pesce è madre di due splendide bambine